Rubriche mensili Mensili Vivere in Cristo Allo Specchio Aneddoti

Ci sono momenti

Ci sono dei momenti nei quali ho davvero bisogno che mi si rivolga un po' di attenzione.
Allora sono grato per un buon augurio, gioisco per qualche parola d'incoraggiamento, per un apprezzamento sincero.
Ma è importante anche lasciarsi confortare dall'amore di Dio.
Mentre ci auguriamo ogni felicità, ricordiamoci vicendevolmente che accanto a ciascuno di noi c'è Dio, che vuole soltanto il nostro bene.

Ci sono persone

Ci sono persone che di fronte a ogni offesa provano l'impulso irresistibile di contrattaccare.
Chi vive nella paura e nell'angoscia ha bisogno di ripagare ogni torto subìto.
Il modello di comportamento che Gesù ci ha presentato è del tutto diverso.
Ad esso mi voglio conformare.
La mia gioia di vivere non deve venire messa in pericolo dalle reazioni inconsulte degli altri. L'ansietà non deve avere il sopravvento.
L'amore e la vera amicizia escludono ogni grettezza del cuore.

INDECISIONE

Di fronte ad un problema che richiedeva una soluzione sentivo il tormento della indecisione.
La preghiera non mi aveva portato nessuna risposta decisiva.
Non c'era nessuna via decisamente giusta o decisamente sbagliata.

Mi domandavo se un cristiano non aveva diritto ad una guida precisa in tali circostanze.
Spesso, infatti, abbiamo la convinzione che esiste una specie di risposta automatica a tutti i problemi: in effetti, qualche volta c'è, ma il più delle volte non è così.

Come regolarsi per avere aiuto? Uno dei modi è quello di condividere il peso con un amico fidato. Gli amici possono aiutarci a vedere con chiarezza le possibilità che esistono.

Appena affrontai il mio problema con un amico, trovai di nuovo la pace di Dio e la sicurezza che la risposta sarebbe giunta al momento opportuno. Così fu.
Io e il mio amico eravamo più vicini, e la mia fede si era rafforzata.

"VOI SIETE IL SALE DELLA TERRA"

(Matteo 5:13-16).

Quando la nostra nuova studentessa interna ebbe deposto il ricevitore del telefono nella stanza dell'ufficio dove si ricevono le notizie da trasmettere per radio o televisione, notai che stava piangendo.
"Perché, Kathy?", le chiesi, passandole un braccio intorno alle spalle. "Cosa c'è che non va?".
Imbarazzata, lei cercò di asciugarsi le lacrime. Alla fine riuscì a dirmi che cosa l'aveva turbata. Aveva appena finito una lunga conversazione con una vecchia signora cieca. Al solo ascoltare i problemi di quella donna si era commossa fino alle lacrime.

Più tardi, nel pomeriggio, un'assistente telefonista depose con violenza il ricevitore dello stesso telefono, disgustata.
"Perché chiama me?", domandò poi "Non voglio sentire della morte del suo bambino!".
Rimasi colpita dal contrasto col quale queste due donne avevano reagito a coloro che telefonavano coi loro problemi. Che accadrebbe se tutti fossero come l'assistente telefonista?

Quanto tempo potrebbe sopravvivere una società se i suoi membri non avessero compassione e amore l'uno per l'altro?

Anticamente, in Palestina il sale era usato per la conservazione dei cibi.
Gesù ha detto che noi siamo il sale della terra: quando esprimiamo amore e comprensione per gli altri, noi contribuiamo a conservare la società.
È l'amore di Cristo dentro di noi quello che tiene unito il mondo.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati