Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

"Esaminando le Sacre Scritture"

In questa rubrica esamineremo, di volta in volta, un testo biblico.
Saremo lieti d'inviare, gratuitamente, una copia del Nuovo Testamento a quanti desiderano seguire questi studi. Basta fare la richiesta al nostro indirizzo.

Corso Biblico 9: Bibbia o tradizione?

Introduzione.

La differenza fondamentale che distingue la Chiesa di Cristo dalla Chiesa Cattolica e da varie denominazioni Protestanti è la seguente:

  1. La Chiesa di Cristo ha come UNICA ed esclusiva GUIDA la Sacra Scrittura.

  2. La Chiesa Cattolica invece, e le varie denominazioni Protestanti, pur accettando la Sacra Scrittura, VI AFFIANCANO anche le relative cosiddette "Tradizioni".

    È bene specificare che scopo di questa rubrica non è quello di polemizzare con le chiese di cui sopra, bensì quello di confermare - in materia di fede - la superiorità della Bibbia sulle umane tradizioni.

    Le Chiese suddette, oltre quella Cattolica, come: Luterani, Anglicani, Valdesi, Metodisti e altre, affermano che i Vangeli NON RISPECCHIANO TUTTO il pensiero di Gesù, il quale avrebbe insegnato varie altre dottrine CHE SAREBBERO STATE TRASMESSE A VOCE.

    Il Concilio di Trento a riguardo afferma:
    "Questa verità e disciplina è contenuta nei libri scritti E NELLE TRADIZIONI NON SCRITTE, le quali - ricevute dagli apostoli per bocca di Cristo stesso, o dagli stessi apostoli per dettato dello Spirito Santo - giunsero fino a noi, COME TRASMESSE DI MANO IN MANO".

    E il Concilio Vaticano II, ha ribadito che: "La Chiesa non trae DALLA SOLA Sacra Scrittura la sua certezza sul contenuto totale della Rivelazione. E perciò l'una e l'altra devono essere ricevute e venerate CON EGUALE sentimento d'amore e di rispetto".

  3. Il problema fondamentale da affrontare PER ESAMINARE seriamente il nostro argomento È QUELLO DELLA AUTORITÀ.

    INFATTI non si può discutere se una cosa sia giusta o sbagliata, SE NON ABBIAMO UNA REGOLA CON CUI VALUTARLA.

    Ora, per quello che stiamo discutendo, la "regola d'oro" l'ha data Gesù nei seguenti passaggi biblici:

    Matteo 15:1-9:
    "Allora si accostarono a Gesù dei Farisei e degli scribi venuti da Gerusalemme, e gli dissero: Perché i tuoi discepoli trasgrediscono la tradizione degli antichi? poiché non si lavano le mani quando prendono cibo. Ma egli rispose loro: E voi, perché trasgredite il comandamento di Dio a motivo della vostra tradizione? Dio, infatti, ha detto: Onora tuo padre e tua madre; e: Chi maledice padre o madre sia punito di morte; voi, invece, dite: Se uno dice a suo padre o a sua madre: Quello con cui potrei assisterti è offerta a Dio, egli non è più obbligato ad onorare suo padre o sua madre. E avete annullata la parola di Dio a cagione della vostra tradizione. Ipocriti, ben profetò Isaia di voi quando disse: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuor loro e lontano da me. Ma invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini".
    1. Gesù diede UN ASSOLUTO VALORE alle Scritture, e disse sovente CHE PROPRIO IN LUI ESSE trovavano adempimento (Luca 4:21; 22:37; 24:44).

      In seguito gli apostoli completarono E SANZIONARONO il CANONE o REGOLA delle Scritture, con i loro autorevoli scritti (2Timoteo 3:16-17; 2Pietro 1:19-21; Galati 1:8-9).

      La Bibbia è, secondo il pensiero di Cristo e degli apostoli, la Vera ed UNICA Parola di Dio data agli uomini, COME SOLA AUTORITÀ IN MATERIA DI FEDE.

      La Chiesa, perciò, è il prodotto di Cristo e delle Scritture, per cui essa DEVE DIPENDERE da Cristo e dalle Scritture!

    2. La Chiese di cui sopra invece, con la teorìa della "Tradizione", HANNO ESAUTORATO le Scritture, AVOCANDO a sé STESSE TUTTA L'AUTORITÀ in materia di fede, per cui la Chiesa non è più "sotto" le Scritture, ma è al disopra di esse!

      Pertanto la "fonte" da cui la Chiese suddette attingono la propria autorità è la Tradizione COSTITUITA da insegnamenti umani, NON BIBLICI; tradizione che sempre più spesso si è mostrata, anche al presente, in netto contrasto con quanto insegnano le Sacre Scritture, tanto che OGGI la dottrina cattolica non scaturisce più IN PARTI UGUALI dalle DUE FONTI riconosciute (cioè: Scrittura e Tradizione), ma soltanto dalla TRADIZIONE!

      Per dare un significativo esempio di come la "Tradizione" ha portato fuori dalle Sacre Scritture le Chiese di cui sopra, basterà RICORDARE "IL CREDO", una preghiera che ancora oggi riporta in evidenza quello che credevano i Cristiani del 4º secolo, (preghiera che noi condividiamo pienamente), i quali per difendere contro le eresìe la sana dottrina, così esprimevano LA LORO FEDE:

      "Io credo in Dio, Padre onnipotente creatore del cielo e della terra. E in Gesù Cristo suo unigenito figliuolo, Signor nostro, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria vergine, sotto Ponzio Pilato. Fu crocifisso, morì e fu sepolto. Discese nel soggiorno dei morti, il terzo giorno risuscitò, salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente. Di là ha da venire a giudicare i vivi ed i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa universale, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione dei corpi e la vita eterna. Amen".
      Pertanto, cosa risulta in modo inoppugnabile dalla lettura del "credo"?
      RISULTA CHE - nel 4º secolo dopo Cristo(!) - NON VI È TRACCIA ALCUNA:
      del Papato - dell'immacolata concezione - della gerarchia ecclesiastica - del purgatorio - del limbo - del culto della Madonna - del culto dei santi - dell'assunzione di Maria - delle indulgenze - della messa (come "transustanziazione") - della confessione auricolare!

      Questo perché la Chiesa dei primi secoli basava la propria fede sulle Sacre Scritture e non sulle umane tradizioni!

      Concludiamo questa parte introduttiva citando un solo testo biblico, estremamente sintomatico, di come fosse una prassi ben stabilita, nella chiesa delle origini, di controllare alla luce delle Sacre Scritture qualunque insegnamento da praticare.

      Atti 17:11-12
      "Or questi furono più generosi di quelli di Tessalonica, in quanto che ricevettero la Parola con ogni premura, esaminando tutti i giorni le Scritture per vedere se le cose stavano così. Molti di loro, dunque, credettero, e non piccol numero di nobildonne greche e di uomini".

Prossimo argomento:
I "PADRI" e LA TRADIZIONE.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati