Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

"Esaminando le Sacre Scritture"

In questa rubrica esamineremo, di volta in volta, un testo biblico.
Saremo lieti d'inviare, gratuitamente, una copia del Nuovo Testamento a quanti desiderano seguire questi studi. Basta fare la richiesta al nostro indirizzo.

Corso Biblico 11: Cosa insegna il Nuovo Testamento circa la "tradizione"?

Il Nuovo Testamento parla dell'esistenza di DUE TRADIZIONI religiose che sono contrastanti fra loro:

  1. LA TRADIZIONE UMANA,
    formata da regole e precetti formalistici ed esteriori, in continua evoluzione.
    Secondo la teologia cattolica, la "tradizione" così è definita :
    "Trasmissione, precetto, dottrina orale; nel senso teologico è la parola di Dio concernente la fede e i costumi, NON SCRITTA, ma trasmessa a viva voce da Cristo agli Apostoli e da questi ai successori fino a noi. Si dice 'non scritta' non nel senso che non possa essere contenuta in opera alcuna, MA IN QUANTO NON È SCRITTA PER ISPIRAZIONE DIVINA".
    (Diz. Teologìa Dogmatica, p.257, Ed. "Studium" - Roma)


  2. LA TRADIZIONE DIVINA,
    è costituita da ciò che è scritto come un comandamento di Dio da osservare; un comandamento che non cambia secondo le idee o la volontà dell'uomo.
    Al contrario di quanto afferma la teologia di cui sopra circa la NON ISPIRAZIONE della "tradizione" umana, l'apostolo Paolo riguardo la Bibbia afferma:
    "Ogni Scrittura È ISPIRATA da Dio ed utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, affinché l'uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona" (2Timoteo 3:16-17).

Gesù e gli apostoli esortano i Cristiani a guardarsi dalle tradizioni inventate dagli uomini religiosi del Suo tempo, PERCHÉ SI TRATTA DI PRECETTI CONTRASTANTI LA PAROLA DI DIO:

  1. L'esempio più classico lo vediamo più sotto, in MATTEO 15:1-20, dove Gesù accusa i religiosi del Suo tempo di avere SOPPIANTATO la Parola di Dio con la loro tradizione:
    "Allora si accostarono a Gesù dei Farisei e degli scribi venuti da Gerusalemme, e gli dissero: 'Perché i tuoi discepoli trasgrediscono la tradizione degli antichi? Poiché non si lavano le mani quando prendono cibo'. Ma egli rispose loro: 'E voi, perché trasgredite il comandamento di Dio a motivo della vostra tradizione? Dio, infatti, ha detto: Onora tuo padre e tua madre; e: Chi maledice padre o madre sia punito di morte; voi, invece, dite: Se uno dice a suo padre o a sua madre: Quello con cui potrei assisterti è offerta a Dio, egli non è più obbligato ad onorare suo padre o sua madre.
    E avete annullata la parola di Dio a cagione della vostra tradizione.
    Ipocriti, ben profetò Isaia di voi quando disse: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuor loro è lontano da me. Ma invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini.
    E chiamata a sé la moltitudine, disse loro: Ascoltate e intendete: Non è quello che entra nella bocca che contamina l'uomo; ma quello che esce dalla bocca, ecco quello che contamina l'uomo'.
    Allora i suoi discepoli, accostatisi, gli dissero: 'Sai tu che i Farisei, quando hanno udito questo discorso, ne sono rimasti scandalizzati?' Ed egli rispose loro: 'Ogni pianta che il Padre mio celeste non ha piantata, sarà sradicata. Lasciateli; sono ciechi, guide di ciechi; ora se un cieco guida un altro cieco, ambedue cadranno nella fossa'.
    Pietro allora prese a dirgli: 'Spiegaci la parabola'.
    E Gesù disse: 'Siete anche voi tuttora privi d'intendimento? Non capite voi che tutto quello che entra nella bocca và nel ventre ed è gettato fuori nella latrina? Ma quello che esce dalla bocca viene dal cuore, ed è quello che contamina l'uomo. Poiché dal cuore vengono pensieri malvagi, omicidi, adultéri, fornicazioni, furti, false testimonianze, diffamazioni.
    Queste sono le cose che contaminano l'uomo; ma il mangiare con le mani non lavate non contamina l'uomo".

  2. LE UMANE tradizioni non hanno valore alcuno di fronte a Dio.
    L'apostolo Paolo lo afferma chiaramente, dicendo:
    "Guardate che non vi sia alcuno che faccia di voi SUA PREDA con la filosofia e con vanità ingannatrice SECONDO LA TRADIZIONE DEGLI UOMINI, gli elementi del mondo, e non secondo Cristo ... Nessuno dunque vi giudichi quanto al mangiare o al bere, o rispetto a feste, o a noviluni o a sabati, che sono l'ombra di cose che dovevano avvenire. Nessuno a suo talento VI DEFRAUDI del vostro premio per via di umiltà e di culto degli angeli, AFFIDANDOSI ALLE PROPRIE VISIONI, gonfiato di vanità dalla sua mente carnale. Se siete morti con Cristo agli elementi del mondo, perché, come se viveste nel mondo, VI LASCIATE IMPORRE dei precetti, quali: non toccare, non assaggiare, non maneggiare, SECONDO i comandamenti E LE DOTTRINE DEGLI UOMINI? Quelle cose hanno, è vero, reputazione di sapienza per quel tanto che in esse è di culto VOLONTARIO, di umiltà e di austerità nel trattare il corpo; MA NON HANNO ALCUN VALORE e servono solo a soddisfare la carne" (Colossesi 2:8; 16-18; 20-23).

  3. Le tradizioni umane inquinano la fede e sono un mezzo di venale speculazione religiosa.
    L'apostolo Paolo a riguardo afferma:
    "Vi sono molti ribelli, cianciatori e seduttori di menti, specialmente fra i giudaizzanti, ai quali bisogna turare la bocca; uomini che sovvertono le case intere, INSEGNANDO COSE CHE NON DOVREBBERO, per amore di disonesto guadagno. Riprendili perciò, severamente, affinché SIANO SANI NELLA FEDE, non dando retta a favole giudaiche, NÉ A COMANDAMENTI DI UOMINI che voltano le spalle alla verità ... Fanno professione di conoscere Iddio, ma lo rinnegano con le loro opere" (a Tito 1:10-11; 13-14 e 16).

  4. L'apostolo Paolo dice chiaramente come lui stesso in passato fu vittima dell'osservanza di tradizioni umane dalle quali poi si convertì alla verità cristiana.
    In Galati 1:11-14, così racconta la sua esperienza passata:
    "Voi avete udito quale sia stata la mia condotta nel passato, quando ero nel giudaismo; come PERSEGUITAVO a tutto potere la chiesa di Dio e la devastavo, e mi segnalavo nel giudaismo più di molti della mia età fra i miei connazionali, essendo estremamente zelante nelle tradizioni dei miei padri".

* * * * * *

Prossimo argomento sarà:

"LA VERA TRADIZIONE SECONDO IL CONCETTO BIBLICO"

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati