Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

"Esaminando le Sacre Scritture"

In questa rubrica esamineremo, di volta in volta, un testo biblico.
Saremo lieti d'inviare, gratuitamente, una copia del Nuovo Testamento a quanti desiderano seguire questi studi. Basta fare la richiesta al nostro indirizzo.

Corso Biblico: Introduzione

In un passato non molto lontano la lettura della Bibbia nel nostro paese, che si dice "cristiano", era un libro proibito al grande pubblico cattolico.
Il motivo addotto per giustificare simile provvedimento era e permane il fatto che la Bibbia è un libro difficile da comprendere. Pertanto si poteva leggerla solo con la "guida" e sotto la responsabilità di un ecclesiastico.
Coloro i quali non accettarono la suddetta proibizione erano guardati con sospetto. Si temeva cioè che da sola, una persona avrebbe potuto sbagliarsi e giungere a delle conclusioni dottrinali in contrasto con quanto insegnato (ed imposto!) dal magistero della chiesa cattolica.
Probabilmente si trattava (e si tratta tuttora) di timori fondati, per il semplice fatto che sarebbe molto difficile giustificare, con la Parola di Dio, tante dottrine e deviazioni che ancora oggi sussistono all'interno della suddetta chiesa.
Ma dobbiamo subito precisare che tutto questo non ha nessuna giustificazione, soprattutto per quello che riguarda la Bibbia, perché se essa è realmente la Parola di Dio - come afferma di essere - allora non è pensabile che uno possa essere indotto in errore attraverso la sua lettura.
Anzi, possiamo affermare che è vero il contrario.
L'apostolo Paolo scrivendo al suo discepolo Timoteo lo esorta come segue:

"Ma tu persevera nelle cose che hai imparate e delle quali sei stato accertato, sapendo da chi le hai imparate, e che fin da fanciullo hai avuto conoscenza degli Scritti sacri, i quali possono renderti savio a salute mediante la fede che è in Cristo Gesù. Ogni scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, affinché l'uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona"
(2Timoteo 3:14-17).

Questo comprova che anche un bambino può capire il messaggio della Bibbia.
Se con il passare dei secoli si sono infiltrate nella Chiesa tante tradizioni sbagliate, se la religione si è confusa con la superstizione, se sono state imposte arbitrarie elaborazioni, ciò è avvenuto perché la Bibbia è stata trascurata e si è dimenticato il suo genuino insegnamento.

Gesù esprime un severo rimprovero alle autorità religiose del suo tempo, dicendo:

"Voi avete annullata la parola di Dio a motivo della vostra tradizione. Ipocriti, ben profetò Isaia di voi quando disse: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuor loro è lontano da me. Ma invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini"
(Matteo 15).

L'apostolo Paolo incoraggia i cristiani elogiandoli per la loro fedeltà e per la diffusione dell'insegnamento contenuto nelle Sacre Scritture:

"Ma grazie siano rese a Dio che sempre ci conduce in trionfo in Cristo, e che per mezzo nostro spande da per tutto il profumo della sua conoscenza. Poiché noi siamo dinanzi a Dio il buon odore di Cristo fra quelli che sono sulla via della salvezza e fra quelli che sono sulla via della perdizione ... Siete voi la nostra lettera, scritta nei nostri cuori, conosciuta e letta da tutti gli uomini; essendo manifesto che voi siete una lettera di Cristo, scritta mediante il nostro ministerio, scritta non con inchiostro, ma con lo Spirito dell'Iddio vivente; non su tavole di pietra, ma su tavole che sono cuori di carne. E una tale confidanza noi l'abbiamo per mezzo di Cristo presso Dio"
(2Corinzi).

Nella citazione biblica di cui sopra viene sottolineata, attraverso delle immagini che includono uno scopo ed una finalità ben precisi: La semplicità e la piena intelleggibilità della Parola di Dio.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati