Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Biblica nel modello

Io sono membro della Chiesa di Cristo, perché in essa si adora Dio secondo il modello insegnato dalla Bibbia!
L'uomo è una creatura che adora; il suo cuore aspira alla comunione con l'Infinito. Senza una guida adatta nelle sue ricerche egli potrà trovarsi a suo agio nelle espressioni e nelle funzioni, anche se queste non sono in accordo con la Sacra Scrittura.
La Bibbia c'informa che questo loro culto non sarà accettevole e gradito da Dio.

I membri della Chiesa di Cristo celebrano l'adorazione così come fu approvata da Dio stesso nella Chiesa Primitiva (Atti 2:42).

Le "regole" del Culto sono poche e semplici, accessibili ad ogni credente sincero.
Il Nuovo Testamento insegna che la Chiesa del Signore, al tempo degli Apostoli, esprimeva le lodi a Dio con il canto, (Colossesi 3:16), e i membri della Comunità cristiana durante il culto cantano Salmi, inni, e canti spirituali.

La lettura della Sacra Scrittura era una parte importante dell'adorazione e da Essa si traevano le buone esortazioni per la vita quotidiana (Colossesi 4:16).
La predicazione della Parola tendeva "alla edificazione spirituale delle anime" e nello stesso tempo vigilava affinché l'errore non si infiltrasse nella sana dottrina (2Timoteo 4:1-5).

Uno dei cardini del Culto della Chiesa Primitiva era la preghiera. Infatti la Sacra Scrittura comanda ai Cristiani di pregare: "con perseveranza" (Colossesi 4:2); "del continuo" (1Tessalonicesi 5:17); "gli uni per gli altri" (Giacomo 3:16).
Anche la compartecipazione della propria prosperità finanziaria (concessa da Dio) era una spontanea offerta d'amore.
D'altra parte con il partecipare alla colletta il Cristiano assolve a uno dei suoi doveri più elementari, dovere molto apprezzato da Dio il quale "ama un donatore allegro" (2Corinzi 9:7).
L'apostolo Paolo definì la colletta che viene effettuata nel culto domenicale "un servizio sacro" (2Corinzi 9:12).

Il "perno" su cui si accentrava ogni altra regola dell'adorazione era la Cena del Signore: un "memoriale", un "ricordo" del sacrificio di Cristo (1Corinzi 11:23-29).

Nel "primo giorno di ogni settimana" (la Domenica), come facevano i primi Cristiani (Atti 20:7), anche noi celebriamo la Cena del Signore.

Questo avviene affinché la Chiesa, nel ricordo del sublime sacrificio di Gesù Cristo sulla croce, trovi sempre incitamento ad operare secondo la Volontà di Dio.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati