Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Certe affermazioni

Domanda:

"Sono attratto dalla religione in generale e da quelle orientali in particolare.
Il cristianesimo, secondo me, una delle tante espressioni dello spirito religioso che presente in ogni cultura.
Per questo motivo sono fortemente contrario ai vari "fondamentalismi", quello cristiano compreso, perché sono dogmatici e settari. Affermazioni come: "Solo in Cristo v' salvezza"; oppure: "Se non si nati di nuovo non si salvati" sono espressioni di una fede infantile, che ha bisogno dell'autoritarismo per affermarsi".

RISPOSTA:

Comprendiamo "le posizioni" del nostro interlocutore. Sono dettate da una sincera ispirazione religiosa, un desiderio ardente di dare un senso spirituale alla vita, che non sia "legato" alla mutevolezza della vita materiale.
Comprendiamo questi sentimenti, ma dissentiamo con gli appunti polemici espressi verso al fede cristiana che nulla a che vedere con i vari "fondamentalismi" religiosi.
Infatti, il nostro corrispondente realizza il suo sentimento religioso che necessariamente vago, non a caso egli aperto verso ogni tipo di religione.

Il cristianesimo, ci sia concessa l'espressione che potrebbe sembrare una frase fatta, non una religione, la fede in Dio, reale e personale. L'apostolo Paolo dice: "... vi siete convertiti dagli idoli a Dio per servire all'Iddio vivente e vero" (1Tessalonicesi 1:9).

L'Evangelo di Cristo una chiara enunciazione della volontà di Dio, in esso nulla viene lasciato al relativismo ed alla vacuità dei sentimenti.
Dio è l'Essere personale che, come tale, si rivela all'uomo e, pertanto, gli offre un rapporto più che religioso, un rapporto di fede vivente.
Il cristianesimo, quello vero, è la fede vissuta nella pratica quotidiana dell'amore verso chiunque e qualunque sia l'etnìa del prossimo.

Rimandiamo il nostro interlocutore alla lettura di un solo un brano biblico, nella lettera che l'apostolo Paolo ha scritto ai cristiani della Galazia, nel quale vedrebbe cadere il suo "fare di tutte le erbe un fascio".

L'apostolo afferma: "Ma prima che venisse la fede eravamo tenuti rinchiusi in custodia sotto la legge, in attesa della fede che doveva essere rivelata. Talché la legge è stata il nostro pedagogo per condurci a Cristo, affinché fossimo giustificati per fede. Ma ora che la fede è venuta, noi non siamo più sotto pedagogo; perché siete tutti figliuoli di Dio, per la fede in Cristo Gesù ... Non c'è qui né Giudeo né Greco; non c'è né schiavo né libero; non c'è né maschio né femmina; poiché voi tutti siete uno in Cristo Gesù". (Galati 3).

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati