Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Dio e... il male

Domanda:

"Tutte le Chiese Cristiane insegnano e credono che Satana è un angelo ribellatosi a Dio e postosi a capo di un gruppo di altri angeli ribelli, il quale, per odio contro Dio, tenta l'uomo al male provocando ribellione delle creature umane a Dio ed il loro dolore fisico, morale e spirituale.
Mi chiedo allora, come mai Dio, dopo aver cacciato Satana ed i suoi angeli dal paradiso, gli permette questa attività distruttiva nel mondo e tra le sue creature umane?" A.A. - Parma.

Risposta:

Egregio signore: noi, esseri umani, non riusciremo mai a dare una risposta precisa alla sua domanda perché si tratta di andare ad investigare nella natura divina; il che per noi, esseri limitati e finiti, è impossibile.
In questo dobbiamo attenerci solamente a quanto Dio ci ha fatto conoscere tramite la Sua Divina Rivelazione, contenuta nella Sacra Scrittura.

Questo Libro Sacro ci fa intuire che Dio, prima ancora della creazione del mondo, aveva creato una grande moltitudine di schiere angeliche, puri spiriti, dotati di intelligenza e di libertà (Deuteronomio 33:2; Salmo 68:17; Daniele 7:10; Apocalisse 5:11).

Proprio dalla Sacra Scrittura appare che Satana (cioè: "avversario"), detto anche Diavolo (cioè: "accusatore"), sia stato creato perfetto, un essere angelico di grande bellezza e di sommo splendore, esaltato in posizione ed in onore.

Pare che per orgoglio, a causa della sua superiorità, abbia cercato di far convergere su di sé l'adorazione dovuta soltanto a Dio, seguito in ciò da altri angeli, chiamati poi "demoni". La Parola di Dio, infatti, dice che un arcangelo, chiamato Michele, il cui nome significa "chi come Dio?", posto a capo degli angeli rimasti fedeli a Dio, cacciò Satana ed i suoi angeli dal cielo. (Apocalisse 12:7-9).
Inoltre è opinione generale degli studiosi della Bibbia che il re di Tiro, del quale si parla nella profezia di Ezechiele (28:1-19) sia da ritenere come un simbolo (o "tipo") o una reincarnazione di Satana e che soprattutto i versetti da 11 a 19 del brano siano una descrizione del carattere originario, della posizione e dell'apostasia di Satana.
Ma Satana, a sèguito, dell'espulsione dal cielo, venne degradato in posizione e potenza e divenne, per antonomasia, l'avversario di Dio ed il nemico del genere umano.
Non mi nascondo che la RISPOSTA può sembrare strana, anzi quasi inesplicabile, questa ribellione di Satana - cioè l'entrata del male in uno spirito buono senza tentazione dal di fuori.
Ma poiché egli era stato creato libero e non ancora confermato in santità, il peccato era per lui certamente possibile. Dobbiamo accettare questo come un dato di fatto, anche se di esso ignoriamo i precisi particolari.
Che un essere così intelligente abbia voluto entrare e perseverare in un conflitto senza speranza contro Dio, è cosa che ci sorprende; è tuttavia innegabile che egli, pur senza speranza di riuscita, cerchi di fare tutto il male possibile per opporsi a Dio e distaccare Dio dagli uomini e gli uomini da Dio, cercando di eseguire i suoi scopi che, ovviamente, sono diametralmente opposti a quelli di Dio, anche mediante angeli malvagi o demoni, procurando sofferenze, travagli, dolori e mali di ogni genere agli esseri umani.
Lei ci chiede:
"Ma perché Dio permette tutto questo?"
L'unica risposta coerente che possiamo darle è questa: Dio ha dotato le sue creature intelligenti siano esse uomini od angeli, del libero arbitrio o libertà per raggiungere il massimo bene del creato. Che esse poi abbiano fatto e facciano liberamente cattivo uso di questa libertà, dipende dal fatto che la loro libertà è assoluta. Se Dio ha voluto e vuole delle creature libere e responsabili davanti a Sé, non può non lasciare fondamentalmente aperta la possibilità che queste operino una scelta a Lui contraria.
La libertà delle creature intelligenti ha un valore infinitamente più grande delle conseguenze possibili e negative che derivano dal suo cattivo uso.
Quindi Dio, per essere coerente con tutto il piano della Sua opera creatrice, non poteva privare Satana e gli angeli ribelli (come anche gli esseri umani) della loro libertà, anche se il suo cattivo uso porta alla ribellione ed alla colpa.
Tutta l'intera Scrittura è lì per dirci che Dio è intervenuto nel creato per contrastare il cattivo uso della libertà che è stato fatto e che stanno facendo le creature, sia angeliche che umane, e limitarne gli effetti malefici.
Tutti i Suoi interventi di opposizione al male ed a Satana, dopo un lungo periodo di preparazione, sono culminati nella apparizione di Cristo Gesù, Suo Figlio Divino, venuto sulla terra per contrapporre al regno di Satana (o delle tenebre) il Regno di Dio, composto da tutti coloro che beneficiano della Sua redenzione salvifica e vivono dei principi del Suo messaggio di salvezza: il Vangelo.
Noi, creature umane, non dobbiamo perciò paventare l'azione deleteria e distruttiva di Satana e dei suoi angeli. L´┐Żapostolo Giovanni ci esorta con queste parole: "Chi opera la giustizia è giusto, come Egli (il Cristo) è giusto. Chi commette il peccato è dal diavolo, perché il diavolo pecca dal principio. Per questo il Figliuol di Dio è stato manifestato: per distruggere le opere del diavolo" (1Giovanni 3:7:8).
L'apostolo Paolo ci dice:

"Se Dio è per noi chi sarà contro di noi? Colui che non ha risparmiato il suo proprio Figliuolo, ma l'ha dato per tutti noi, come non ci donerà Egli anche tutte le cose con lui? Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nuditè, o il pericolo, o la spada? Anzi, in tutte queste cose noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati. Poiché io sono persuaso che né morte, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potestà, né altezza, né profondit´┐Ż, né alcun'altra creatura potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore" (Romani 8:31-32,35,37-39).

Questa è, e non altra, la soluzione che i Cristiani possono dare al problema da lei posto, egregio signore.
(Tratto da "La Buona Notizia", numero imprecisato).

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati