Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Che cosa sarà della famiglia?

Domanda:

"Sono una signora avanti negli anni, madre di figli ora sposati. Sempre vivo rimane in me il dolce ricordo della mia famiglia, dell'affetto del marito, dell'amore dei figli e il senso santo e nobile della famiglia. Ma, guardandomi attorno, vedo la nostra generazione sdegnare il vincolo del matrimonio, preferire il libero amore, ricorrere sempre più ai divorzi e agli aborti più o meno legalizzati, il deperimento di ogni valore morale e spirituale ... Ma, andando avanti di questo passo, dove si arriverà ...?.".

Rispondiamo:

Gentile Signora, quanto Lei scrive purtroppo è vero e la situazione diventa di giorno in giorno sempre più preoccupante.

Rispondendo, fermiamo la nostra attenzione sulla natura e sull'importanza della famiglia, rimandando ad altra occasione il parlare di divorzi e aborti.

La famiglia è stata istituita da Dio ai primordi dell'umanità, allorché, non volendo che l'uomo fosse solo, in quanto sarebbe stato un essere incompleto, Dio creò la donna per essere compagna e complemento dell'uomo.

Si legge nelle prime pagine della Bibbia che, quando Dio presentò ad Adamo questa sua compagna egli, felice, esclamò: "Questa, finalmente, è ossa delle mie ossa e carne della mia carne".
E Dio, compiaciuto, disse: "L'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua moglie, e saranno una sola carne" (Genesi 3:23-24).

"Una sola carne", vale a dire: uguaglianza, unità di sentimenti, profondo amore, armonìa di aspirazioni per il bene comune, ecc.. In tal modo la famiglia venne istituita come necessario mezzo di completamento fisico, morale, e spirituale dell'uomo e della donna.
Senza il matrimonio monogamico né l'uomo né la donna sono due esseri completi, senza di esso non esiste la famiglia.

Per questo la famiglia è sempre esistita presso tutti i popoli, non degenerati, di ogni età.

È così che nella Parola di Dio, per bocca di Gesù e degli uomini ispirati da Dio, si danno regole che ricordano ai coniugi i doveri reciproci, quelli verso la prole e i doveri della prole verso i genitori; regole tutte che indicano come l'istituto familiare sia voluto da Dio.

L'amore che lega l'uno all'altro i coniugi, è stato posto da Dio nel loro cuore e essi assegna il dovere di vivere uniti sempre, perché ogni il vero amore non è egoistico, non conosce limiti di tempo e sà vincere ogni difficoltà, per bene scambievole e dei figli.

La famiglia, nella quale vige l'amore, è "un porto sicuro" dopo un giorno d'intenso lavoro; è il luogo dove marito e moglie trovano quiete pace e amore, e ritemprano le forze per adempiere ai doveri della loro vita e del loro stato, nonché per superare le immancabili difficoltà della vita.

La famiglia è "il tempio" in cui i figli sono sorretti nei loro bisogni della vita fisica e degnamente educati nella vita intellettuale e morale.

Nessun altro che compisse l'ufficio dei genitori nell'educare i figli e nell'allevarli, potrebbe, nonostante tutta la sua buona volontà, rendere efficace la sua opera al pari di quella dei genitori, che la natura spinge e sprona all'amore provvidente e a cure soavemente sapienti verso i figli.

Infine, senza famiglia, il disordine s'impossessa facilmente della società: viene infatti a mancare la prima cellula unitiva coordinante gli individui, secondo le esigenze naturali della parentela; viene meno il mezzo con cui più facilmente si trasmettono di generazione in generazione e condizioni pratiche e i sentimenti più necessari alla vita.

Senza la famiglia, che insegna la dedizione e l'esempio, gli uomini divengono egoisti, duri di cuore, indifferenti all'altrui bene, vuoti interiormente di sentimenti nobili e di degne aspirazioni, e più proclivi ad agire male piuttosto che bene.

Alla luce della Parola di Dio, questa è la nostra certezza.

La nostra preghiera, gentile Signora, è che l'umanità si arresti sul baratro dell'attuale disgregazione familiare per ritrovare le pure e sane gioie di una vita familiare intensamente vissuta!

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati