Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

La funzione del dolore

Ci accontentiamo di questa semplice indicazione per fare una riflessione:
"Nella calma si può sviluppare un talento, ma per forgiare un carattere ci vuole la bufera ...".(Goethe).

La "bufera" non è solo distruttrice, ma può addestrare alla lotta, alla resistenza, alla fermezza.
Il dolore ha una sua misteriosa funzione educatrice che plasma le coscienze:

"Il Signore ti ha umiliato e ti ha fatto provare la fame - si legge nel libro del Deuteronomio (8:3-5) - per farti capire che l'uomo non vive soltanto di pane, ma vive di quanto esce dalla bocca del Signore ... Riconosci dunque in cuor tuo che, come un uomo corregge il figlio, così il Signore corregge te".

È la legge del seme che deve morire per produrre la spiga, è la legge della croce che ci conduce alla luce.
È la legge della via e della "porta stretta" del Regno di Dio di cui ha parlato Gesù.

Il poeta greco Esiodo nelle "Opere e i giorni" (vv. 289 290) ci ricorda che gli déi richiedono agli uomini il sudore per raggiungere la virtù "il cui cammino è lungo e scosceso"; mentre un altro poeta, il latino Cornelio Severo (I sec a.C.), ci ammoniva che "per la virtù bisogna aprirsi la strada con difficoltà, a lungo e per pendii scoscesi".

Potremmo continuare a lungo nelle citazioni ma tutti, nella propria carne, hanno sperimentato che le tempeste, le oscurità, le amarezze sono spesso sorgente di luce, come nella vicenda della passione. e della risurrezione del Cristo.
L'ansia e la tensione non sono, perciò, solo un incubo; MA POSSONO ESSERE SORGENTE DI VITA E DI GIOIA!!!

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati