Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Lavoro e riposo

Per alcuni un'occupazione non è altro che una sgradevole interruzione della loro vita sociale; non vedono l'ora che arrivi il venerdì sera.

La visione del lavoro nella Bibbia sembrerà loro strana, dato che essa valorizza il lavoro.
Dio stesso è un "lavoratore". Dio ha fatto il cielo e la terra e ha provato piacere in ciò che ha fatto. Gesù stesso ha consumato buona parte della sua vita a lavorare come falegname.

Lavorare è dunque una conseguenza del nostro essere fatti a "immagine di Dio".
Dio lavora e concede a noi il privilegio di lavorare.
Se questa è la vera prospettiva in cui collocare il lavoro, ne derivano alcune importanti conseguenze:

  1. È attraverso il nostro lavoro che possiamo glorificare Dio.
    La Bibbia dice: "Tutto ciò che le tue mani trovano da fare, fallo meglio che puoi". "Fà ogni cosa nel nome del Signore Gesù".

  2. Il lavoro è anche un modo per cooperare con Dio nel dare ordine alla creazione.
    La più antica descrizione dei rapporti tra Dio e l'umanità sono Adamo ed Eva nel giardino di Eden: un'immagine della forza che dà la vita. Dio disse loro: "Vi dò tutte piante con il proprio seme.....", a cui si accompagna la responsabilità umana: "Popolate la terra e governatela.....".

    È una relazione di collaborazione.
    Dio non fa tutto da solo, né noi possiamo agire come se fossimo i padroni dell'universo.
    Siamo amministratori, ecco la chiave di tutto.

    Un amministratore ha suo totale carico la realizzazione di un progetto, ma sà che ogni giorno sarà chiamato a rendere conto del modo con cui ha assolto le sue responsabilità.

  3. Il nostro lavoro gioca un ruolo importante nel portare a compimento la nostra umanità.
    Non è bene per nessuno starsene ozioso, e la disoccupazione può diventare un'esperienza molto deprimente.

    La Bibbia mostra grande riguardo per l'abilità degli artigiani, quel genere di persone che usano i loro talenti nel comporre musica oppure nel costruire cose necessarie ed utili. "Non c'è niente di meglio per un uomo che gioire del suo lavoro", dice l'Ecclesiaste.

  4. Il lavoro, infine, è un modo per servire gli altri.
    "Lavora" - scrive l'apostolo Paolo - "e così potrai avere qualcosa da condividere con quanti sono nella necessità".

    Questo è l'ideale. Ma la Bibbia è tutt'altro che utopistica.

    Il lavoro non sempre realizza chi lo fa o gli offre un'intima soddisfazione.
    Come ogni altra cosa, anche il lavoro è stato contaminato dal peccato dell'uomo. Questo viene espresso con forza nel racconto di Adamo ed Eva, quando Dio maledice la terra.

Quella che doveva essere un'occupazione gioiosa, diventa qualcosa di penoso, faticoso e logorante.
Il lavoro, come molti doni di Dio, può diventare perfino un mezzo per sfruttare le persone e addirittura renderle schiave. Può diventare un modo per soddisfare la bramosìa di potere.

In definitiva, qualcosa che era stato pensato come mezzo per realizzare la nostra umanità può degenerare in una ruota che gira con monotonìa, distruggendo lo spirito di chi lo compie.

Del resto, il lavoro non era tutto neanche nel racconto degli inizi.

Al lettore attento, il racconto della creazione mostra Dio che nel settimo giorno si riposa dal lavoro.

La vita viene prospettata in maniera da avere un ritmo di lavoro e di riposo, di creazione e di ri-creazione. In questo senso ci viene dato il sabato, cioè il riposo.

Ben lontano dal mettere in guardia la gente contro la gioia, con il riposo Dio assicurava che il popolo avesse un tempo proprio per gioire. Era un giorno di gioia e contentezza. Anche agli animali e al suolo veniva riconosciuto un giorno di riposo.

L'uomo non è stato creato schiavo.
È corretto credere che dobbiamo servire Dio nel lavoro, ma è pure giusto affermare che dobbiamo gioire con Lui dedicandoci alla Sua adorazione.

Dio non ha creato l'uomo per vagare in un deserto senza sosta. È cosa buona lavorare duramente, ma è anche cosa buona scoprire momenti tranquilli per noi stessi e trovare il tempo per riposare in Dio.

Solo allora viviamo la verità intima sottostante al ritmo del lavoro e del riposo.


(Il tema del prossimo numero sarà "LA TERRA").

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati