Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Il matrimonio e la famiglia

Si suol dire che "Il matrimonio è l'anticamera del cielo". Almeno vorrebbe esserlo, anche se nessuno si illude che tutti i matrimoni siano perfetti. Come ogni altra relazione umana, il matrimonio può essere colpito dalla crisi, dal peccato, dall'egoismo. Anche se la relazione d'amore con una persona dura da tempo, richiede sempre molta fatica e impegno per ritrovare freschezza ogni giorno.

Nonostante il numero crescente di matrimoni falliti, il vincolo matrimoniale in pratica è ancora oggi la cellula base di ogni società. Di certo questa era l'intenzione di Dio fin dagli inizi. Egli ha creato il genere umano a sua immagine come maschio e femmina, e la sua volontà era che ognuno dei due trovasse il suo complemento nell'altro.

L'apostolo Paolo giunge a indicare l'amore e la relazione traboccante di santità tra Gesù e la sua Chiesa come modello di ciò che deve realizzare il matrimonio. A sua volta Gesù presenta il matrimonio come un legame che dura per tutta la vita, tale che nessuno possa mai scioglierlo.
Il divorzio è sempre una tragica interruzione del progetto di Dio, causata dal peccato e dalla debolezza umana.

Ma il matrimonio è molto di più che la relazione tra due persone: è la fondazione di una famiglia, è il centro di una rete di relazioni che abbraccia ogni persona nella buona e nella cattiva sorte.

Che cosa insegna la Bibbia sul matrimonio e sull'intera vita familiare?

  • Prima riflessione:
    Nel matrimonio fedeltà e fiducia.
    Nel matrimonio c'è soltanto una persona a cui possiamo donarci intimamente, il nostro partner.
    Un matrimonio "santo" è quello in cui l'altra persona è sacra e tutti gli altri uomini e donne sono "al di là dei confini". Oggi questo chiaro limite viene spesso dimenticato, anche dai cristiani.
    La causa principale, come sappiamo, è la pulsione del desiderio sessuale; nessuno di noi è talmente santo da averne del tutto il controllo. Una coppia che voglia restare fedele terrà aperte le linee di comunicazione al suo interno, alimenterà la fiducia, ma eviterà con franchezza situazioni che potrebbe diventare difficile dominare.
    La Bibbia raccomanda poi di non defraudarsi reciprocamente nel modo di vivere il rapporto sessuale. Dobbiamo essere disponibili ai bisogni del partner e donarci a lui volentieri e con amore, anche se non sempre ci sentiamo di farlo. È raro trovare coppie preparate ad affrontare apertamente questa esigenza.


  • Seconda riflessione:
    Il matrimonio deve essere una struttura robusta.
    L'amore tra i sessi è il principio vitale attraverso cui l'amore autentico si propaga all'intera famiglia.
    Quell'amore si esprimerà in una disciplina di vita ispirata all'amore, in cui i figli cresceranno fino a diventare adulti anche loro.
    La Bibbia ha alcune cose molto semplici da dirci: castigare i figli non è sempre errato, anzi le punizioni appropriate per gli sbagli diventano a volte necessarie, in modo che i figli siano guidati ad adesione al bene.
    Una punizione che sgorga dall'amore non sarà mai dura o crudele. Il fatto che siamo genitori non vuol dire che siamo padroni dei nostri figli: essi appartengono anzitutto a Dio. Per questo l'apostolo Paolo ci invita a costruire buone relazioni nella nostra famiglia: i figli a ubbidire e i genitori a non esasperarli o scoraggiarli.


  • Terza riflessione:
    Nel matrimonio la solidarietà.
    Un buon matrimonio è una casa felice sono il luogo in cui troviamo i nostri migliori amici.
    Al suo interno deve essere naturale giocare, pregare, ridere, sentirsi contenti insieme: in sintesi, gioire di stare con i membri della nostra famiglia. Il matrimonio e la famiglia, quando funzionano per davvero, possono farci gustare un "assaggio" di ciò che sono il cielo e la divina famiglia in cui Dio Padre è il capo.
Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati