Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Le persone sono come i libri

Nel Salmo 56:9, leggiamo le seguenti parole:

"Le mie lacrime ... non stanno forse già nel tuo libro?"

Nel settore nuovo della città vecchia di Gerusalemme c'è un famoso museo, conosciuto come "Il Santuario del Libro".
Nei suoi scaffali ci sono molti antichi manoscritti di valore, tra i quali i Rotoli del Mar Morto.
L'importanza letteraria e documentaristica di questo museo è inestimabile. A suo modo ognuno di questi libri è un santuario.

I libri ci forniscono importanti informazioni.
Ci offrono consolazioni, ci illuminano e ci incoraggiano.

Sono in grado di condurci, in un piacevole viaggio, in una terra lontana o ci informano sui tesori che sono intorno a noi.

Ogni libro è fatto di molte pagine, ciascuna delle quali ci rivela qualcosa di nuovo e di diverso.

LE PERSONE SONO COME I LIBRI.

Ogni nostra quotidiana esperienza aggiunge una nuova pagina a quello che siamo.
Alcune di queste esperienze sono piacevoli, altre eccitanti, qualche altra triste.
Ogni anno che passa aggiunge un nuovo capitolo al "Libro della nostra vita".

Si scrive un libro con un determinato scopo, inteso a produrre un frutto particolare. Le pagine del libro della nostra vita convergono tutte alla felice conclusione, col ritorno al Padre in cielo.

Il Signore registra sul suo libro le nostre opere buone, come ci dice il salmista:

"Tu hai contato le mie peregrinazioni, le mie lacrime sono racchiuse nella tua ampolla; non stanno forse già nel tuo libro?" (56:9).

Le biblioteche di famiglia ostentano intere collane di libri, bene allineati e ordinati negli scaffali.

La maggior parte sono intatti e per lungo tempo nessuno li ha letti, ma trasmettono un'immagine di cultura e di studio.

Allo stesso modo ci sono persone di attraente apparenza. Escono vestite elegantemente, hanno un portamento signorile e sembrano bene informate. Ma sono poco "adoperate", perché sono estranee al tessuto connettivo del vivere quotidiano.
Come una decorativa collana di libri, restano a fare mostra di sé sullo scaffale.

Alcune biblioteche contengono tomi erudìti, zeppi di informazioni; ma essi concedono queste informazioni soltanto dopo ripetute letture.

Allo stesso modo vi sono persone ricche di conoscenza e di informazioni, ma che non partecipano la loro ricchezza culturale molto prontamente. Possono essere riservate o sofisticate o semplicemente riluttanti a farsi infastidire dalle preoccupazioni della vita.

Ognuno di noi ha visto e molti posseggono libri di facile lettura. Sono libri che hanno dato molta soddisfazione a tanti lettori. Forse anche noi abbiamo avuto l'occasione di leggere e riflettere su qualcuno di questi libri.
Posseggono un fascino particolare. Sono sul nostro comodino e rispondono a tanti nostri bisogni.

Ci vengono subito in mente libri come la Bibbia, il libro delle preghiere, il prediletto ricettario di cucina, e lo stesso vocabolario.

Questi libri mi ricordano un altro tipo di persone. Queste si possono consultare sempre. Sono desiderose e impazienti di dare ciò che gli si chiede in ogni momento. Sono sempre a portata di mano quando ho bisogno di loro.

Le persone sono come i libri.
Alcuni sono umoristici e divertenti; ci rallegrano il cuore e ci riempiono di gioia. Altri sono stimolanti e ci risollevano lo spirito, innalzano mente e cuore a più alte sfere, facendoci apprezzare maggiormente la bellezza della vita. Alcuni contengono racconti misteriosi che non sappiamo come andranno a finire. Altri sono istruttivi e ci portano a un nuovo modo di intendere i nostri mondi inesplorati e le esperienze di vita.

Finalmente c'è il "LIBRO" per eccellenza, la Bibbia, il libro di Dio.
"Bibbia" in greco vuol dire semplicemente "libri"; non è necessario aggiungere altro.

In questo libro Dio rivela se stesso. Ci dice quanto gli siamo cari e quanto ci ama. È profondamente interessato a noi, Suoi figli. Gesù si presenta come Verbo - Parola - di Dio. Egli si rivela nella Sua parola scritta. Noi siamo in grado di conoscerlo quale amabile e amoroso Signore nella misura in cui rileggiamo il Suo libro, il Nuovo Testamento.
Questo tipo di conoscenza ci aiuta a stabilire un intimo e personale rapporto con Lui.

Nessun libro può contenere Gesù.
L'apostolo Giovanni dice: "Gesù fece molte altre opere: se si scrivessero tutte, una per una, riempirebbero tanti libri. Io penso che neanche il mondo intero potrebbe contenerli" (Giovanni 21:25).

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati