Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Perché rimandare?

Domanda

"Vi pongo il seguente quesito verso cui attenderei, se possibile, una risposta:
"Perché rimandare a un domani che forse non ci sarà, la soluzione di un problema importante com'è quello dei nostri rapporti con Dio?
Essere còlti alla sprovvista da una morte improvvisa senza aver creduto a Cristo come nostro Salvatore, è da stolti ed è fatale"".
A.Neri � Forlì.

Risposta:

Gesù raccontò, in una sua parabola, di un uomo ricco che aveva fatto dei grandi progetti per la sua vita terrena; aveva riflettuto e preso la decisione di ricostruire i suoi depositi per mettere i propri beni al sicuro e poter godere in pace i frutti del suo lavoro.

Ma non aveva fatto i conti con Dio. Si era dimenticato di decidere per la sua l'eternità; e quando Dio gli dice:

"Questa notte stessa l'anima tua ti sarà ridomandata" e lo definisce "stolto", cioè poco saggio (Luca 12:26).

È assurdo giocarsi l'eternità per noncuranza. E non solo è assurdo ma � terribile. La Bibbia così esorta:

"Oggi, se udite la Sua voce, non indurite i vostri cuori" (Ebrei 4:7).

La sua voce ci dichiara che siamo peccatori, che dobbiamo pentirci, e poi, per "grazia mediante la fede", accettare il sacrificio di Cristo compiuto per noi e credere ch'Egli è il nostro Salvatore. Ma tutto questo deve essere fatto "oggi", non domani, prima che sia troppo tardi!

Il profeta Geremia dice che noi tutti abbiamo davanti due strade: "la via della vita e la via della morte" (21:8).

Si tratta di un bivio. Tocca a noi scegliere. Se vogliamo essere perduti, condannati, esclusi dalla felicità celeste, continuiamo la nostra vita così; continuiamo a correre, a divertirci, a trascurare le cose di Dio; quando però ci pentiremo sarà troppo tardi; quando chiederemo aiuto, Dio non ci risponderà, perché ci ha dato il tempo per ravvederci e non l'abbiamo fatto. Forse ci siamo messi a ridere quando qualcuno ci ha messi di fronte a questa realtà.

Gentile Amico noi la pensiamo come Lei e crediamo sia bene umiliarsi oggi davanti a Dio e accettare il Suo dono: la vita eterna in Cristo.
È una decisione importante da prendere subito.

Affidiamoci a Dio stesso, che nella Bibbia - Sua Parola -, dice che ci ama e così ci esorta:

"Scegli dunque la vita affinché tu viva!"
Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati