Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Passami il sale, per favore

Nel corso di un pranzo non è raro che noi chiediamo a qualche commensale di passarci il sale, o ce lo prendiamo da noi per spruzzarne un poco sul cibo.
Il sale è uno dei tanti preziosi doni di Dio che noi siamo soliti prendere per scontati. Esso soddisfa particolari bisogni nella nostra vita.

In tempi antichi la gente apprezzava molto il sale. I Romani affermavano che "nihil utilius sole et sale", non c'è niente più utile del sole e del sale.

Il sale ha molti significati simbolici. Il suo trasparente candore è probabilmente la ragione per cui è stato assunto a simbolo della purezza.
Per rendere puri i sacrifici, gli antichi pagani offrivano sale ai loro déi. Il sale veniva usato anche nei sacrifici ebraici.

Il sale è stato sempre considerato un ottimo conservante. Plutarco, scrittore dell'antica Grecia, afferma che il sale infonde nuova anima e nuova vita alla materia. Nonostante le moderne tecniche di refrigerazione, il sale è tuttora usato come conservante.

Forse noi apprezziamo il sale più come condimento. Un pizzico di esso è in grado di insaporire il cibo. Una presa di sale spruzzato sul nostro piatto rende più gradito il suo contenuto. Effettivamente, molti di noi hanno la tendenza a far troppo uso di sale, che può causare seri problemi alla salute.

Gesù ci ha fatto un grosso complimento quando ha detto a tutti noi, suoi seguaci: "Voi siete il sale della terra" (Matteo 5:13).

Dopo più di duemila anni, siamo soliti usare la stessa espressione quando vogliamo esternare il nostro apprezzamento nei confronti di una persona, dicendo: "Tu sei il sale della terra".

Il complimento di Gesù è anche un impegno per noi. Se siamo il sale della terra, dobbiamo essere anche ciò che il sale simboleggia. Come cristiani dobbiamo far si che il trasparente candore della nostra vita splenda sempre più.
Dobbiamo mantenerci senza macchia in mezzo al mondo in cui viviamo.
Gesù esprime questo impegno in un altro modo: "Così deve risplendere la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano il bene che voi fate e ringrazino il Padre vostro che è in cielo". (Matteo 5:16).

Come il sale, anche noi dobbiamo avere una funzione purificatrice sugli altri. Possiamo esercitare questo potere in vari modi. Quando ci sono offese e incomprensioni, dobbiamo intervenire a mettere pace. Quando difendere un certo modo di vivere non è la posizione più popolare, dobbiamo avere il coraggio di andare contro corrente.

Un po' di sale serve a tanti usi.
Possiamo essere soltanto un pizzico di sale nel nostro ambiente, ma la nostra capacità di insaporire è davvero grande.
Il nostro senso dell'umorismo, la pace e la gioia che emana da noi possono influire sull'esistenza di molte persone.
Le nostre amorevoli sollecitudini verso gli altri possono diventare una convincente testimonianza nel mondo in cui viviamo.

La prossima volta che uno ti chiede di passargli il sale, ricorda quello che Gesù ha detto:
"Voi siete il sale della terra" e "così deve risplendere la vostra luce davanti agli uomini, perchè vedano il bene che voi fate e ringrazino il Padre vostro che è in cielo".

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati