Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

La sofferenza

Domanda

"La sofferenza nel mondo è un problema speciale per i cristiani, in quanto credono in un Dio che ama (che vuole fermare la sofferenza), che è onnipotente (e perciò capace di fermarla). Eppure sta il fatto che la sofferenza continua, e Dio sembra non fare nulla al riguardo".
L.C. - Comacchio.

Risposta:

Non ci sono risposte facili a questo problema, come sà chiunque abbia sofferto e chiesto a Dio: "perché?".

Tuttavia i cristiani credono che la Bibbia, la quale è realista circa la sofferenza, ci dà anche alcune indicazioni per formulare una risposta.

L'ORIGINE DELLA SOFFERENZA.
La Bibbia sembra addossare la colpa di molte sofferenze al nostro operato.
Afferma che Dio ha fatto gli uomini capaci di scegliere il bene e il male, ed essi hanno scelto di mettersi contro Dio.

Questo, in ultima analisi, ha portato ai mali contemporanei dei campi di profughi, dei rapimenti e degli ostaggi, delle armi offensive, dell'inquinamento, della minaccia nucleare, e così via.
Diventando nemici di Dio, gli uomini sono diventati nemici di se stessi!

Perché Dio non pone fine ai disastri?
Dio non poteva impedire la seconda guerra mondiale, o tante altre tragedie?

La risposta è che non sappiamo di preciso perché Dio non intervenga negli eventi del mondo.
Comunque, molti cristiani credono che ciò proviene dal fatto che Dio ci ha creati liberi e non vuole reprimere la nostra libertà intervenendo ogni qualvolta facciamo qualcosa di sbagliato.

Che cosa dire sul male naturale?
Perché terremoti, eruzioni vulcaniche, inondazioni, carestie?

La Bibbia dice che l'intero creato è stato intaccato dalla ribellione dell'uomo contro Dio.
Dice anche che il creato è come incatenato, condannato alla decadenza e alla morte.
Questa attuazione può spesso essere aggravata dallo sfruttamento umano e dal cattivo uso che l'uomo fa del mondo naturale.

Dio è implicato nella nostra sofferenza.
Molti sembrano pensare che Dio sia estraneo alla loro sofferenza. Ma dobbiamo riflettere bene.

Gesù, Figlio di Dio, ha sofferto l'abbandono dei suoi amici e una morte atroce, anche per mostrarci che Dio è implicato nella nostra sofferenza, fino al punto di sperimentarla egli stesso.

La risurrezione di Gesù dai morti mostra il suo trionfo personale sul dolore e sulla morte, e questo è un trionfo che egli ha promesso di condividere con quelli che credono in Lui.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati