Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Lo Spirito Santo - Cos'è?

Non è facile parlare dello Spirito Santo, come non è facile per la nostra mente afferrare il concetto di eternità. Proprio per la sua difficoltà, lo Spirito Santo è un argomento spesso tralasciato e poco studiato. Con queste note non vogliamo entrare in inutili dispute teologiche che hanno diviso la Cristianità, e nemmeno esaminare le idee umane.

UNA PRECISAZIONE: La parola "TRINITÀ", così spesso usata, non è mai menzionata nella Bibbia; perciò ci asterremo dall'usarla.

1- NOME.

  1. Nel Vecchio Testamento è chiamato solo occasionalmente Spirito Santo (es. Isaia 63:11).

  2. Di solito si parla di Spirito di Dio (es. Genesi 1:2).

  3. È chiamato con nomi diversi che però indicano sempre la stessa realtà:
    • Spirito di Dio: confronta Matteo 3:16 con Luca 3:22.
    • Spirito di Gesù: Atti 16:6-7.
    • Spirito di Cristo: Romani 8:9-11.
    • Spirito del Signore: Atti 5:3 e 5:9 ecc..

  4. È spesso chiamato anche con altri nomi che ne sottolineano qualità o aspetti particolari:
    • Spirito di Verità: Giovanni 15:26 (perché Verità? vedi Giovanni 16:12-15).
    • Spirito di Vita: Romani 8:2 (perché Vita? vedi Romani 8:2 e 8:11).
    • ed ancora: Spirito di Fede, di Amore, di Forza, di Saggezza, di Grazia, di Gloria, ecc..

2- COS'È?

  1. In molti passaggi, specialmente del Vecchio Testamento, lo Spirito Santo viene rappresentato come una "forza".
    Ci sono numerose espressioni che Lo designano come "qualcosa", e non come "qualcuno". Es.: 1Tessalonicesi 5:19 (spegnere), Atti 10:38 ("ungere" CON lo Spirito e potenza), ecc.

  2. Secondo l'insegnamento biblico però non è solo una forza attiva o una manifestazione di Dio, ma è una "persona" divina distinta, che assieme al Padre e al Figlio, compone la Divinità.

    1. 2Corinzi 13:13: Padre, Figlio e Spirito Santo collaborano per salvaguardare il Cristiano. Lo Spirito Santo non è una semplice forza, ma Qualcuno con cui si può avere comunione.
      In Matteo 28:18 non c'è distinzione fra le tre "persone".
      In Giovanni 14:16 lo Spirito Santo è chiamato "PARACLETO" (= consolatore, avvocato).
      Ma perché "altro"? Lo stesso termine è applicato anche a Gesù (1Giovanni 2:1) nessuno può negare la personalità di Cristo (cioè che Cristo aveva delle qualità che lo distinguevano come individuo da tutti gli altri); la stessa caratterizzazione di Paracleto esiste anche per lo Spirito Santo, che quindi deve avere una personalità.

    2. Giovanni 16:13.
      La parola greca "Pneuma" (= Spirito) è di genere neutro (il genere che viene usato per indicare le cose), ma quando indica lo Spirito Santo è spesso accompagnato dal pronome personale "ekeinos" (= lui), il che significa che si sta definendo una persona e non una cosa.

    3. Allo Spirito Santo sono attribuite qualità intellettuali proprie di una persona.
      • PARLA: 1Timoteo 4:1
      • GUIDA: Giovanni 16:12-13
      • INVESTIGA: 1Corinzi 2:10
      • INTERCEDE: Romani 3:26
      • HA SENTIMENTI: Romani 8:27
      • HA VOLONTÀ: 1Corinzi 12:11
      • PUÒ ESSERE RATTRISTATO: Efesini 4:30
      • PUÒ ESSERE OLTRAGGIATO: Ebrei 10:29 ecc..

Perciò lo Spirito Santo non è solo un mezzo attraverso cui Dio agisce, o una Sua particolare manifestazione, ma "Qualcuno" di distinto e personale. Però l'uso del termine "persona" o "personalità" nei riguardi dello Spirito Santo è inadeguato, in quanto non può essere immaginato dalla nostra mente in alcun modo.
Infatti possiamo concepire Cristo, perché è stato uomo; possiamo concepire Dio, perché tutti sappiamo cos'è un Padre, ma uno spirito no (Luca 29:39); uno spirito non può essere descritto da parole o concetti umani, perché non è fisico.

3- RELAZIONE COL PADRE E COL FIGLIO.

Padre, Figlio e Spirito Santo svolgono funzioni diverse.

  1. Il Padre è il maggiore: Giovanni 10:27-30.
  2. Il Figlio è soggetto alla volontà del Padre: Giovanni 14:28, 1Corinzi 15:24-28.
  3. Il Figlio è mandato dal Padre per fare la Sua Volontà (Giovanni 5:30).
  4. Lo Spirito Santo è mandato per guidare i Cristiani (Giovanni 16:13) e per glorificare Cristo (Giovanni 16:14).

L'OPERA DELLO SPIRITO SANTO PRIMA DELLA PENTECOSTE.

Giovanni 7:39 - Lo Spirito Santo non era dato come adesso. Bisogna distinguere fra le varie manifestazioni dello Spirito Santo e fra i vari periodi in cui ha agito.
Nel passato ha adempiuto a certi compiti e a certe funzioni che non saranno più ripetute.
Es. Matteo 1:18 Lo Spirito Santo oggi fa concepire delle vergini? Ebrei 9:13-14. Lo Spirito Santo non può più offrire Cristo in sacrificio (vedi Ebrei 9:26).

I - LO SPIRITO SANTO NEL VECCHIO TESTAMENTO.

  1. Lo Spirito Santo non veniva dato a tutti i credenti, ma solo a quelli che dovevano svolgere un ministerio speciale.
    Es. Esodo 31:3 fu dato a Betsaleel per costruire il Tabernacolo.
    Giudici 3:10, 6:34 ecc. fu dato a Othniel, Gedeone e altri per essere Giudici d'Israele.
    1Samuele 16:13 fu dato a Davide per regnare.

  2. Lo Spirito Santo veniva dato temporaneamente, e veniva ritirato.

    1. Sansone era sotto l'azione dello Spirito Santo (Giudici 13:25), poi Dio si ritirò (Giudici 16:20).

    2. Lo stesso per Saul (1Samuele 10:10, 16:14).

    3. Ezechiele 2:2,3:24. Lo Spirito Santo non rimase in Ezechiele, ma vi "ritornò".
      Giudici 14:6, 14:19, 15:19 anche Sansone negli "intervalli" non aveva lo Spirito Santo.

    4. Salmo 51:11 Davide, dopo il peccato, supplica Dio di non ritirare da lui lo Spirito Santo. Una simile preghiera non troverebbe posto nel Nuovo Testamento, perché lo Spirito Santo dimora in noi eternamente (Giovanni 14:16-17).

  3. Nel Vecchio Testamento viene profetizzato un tempo futuro in cui lo Spirito Santo svolgerà un'opera diversa.
    Gioele 2:28-29. Lo Spirito Santo non sarà più riservato solo ad alcuni. Isaia 59:21. Lo Spirito Santo verrà dato permanentemente.
    Fino a quel momento, Dio aveva abitato in un tempio di pietra, e la Sua Legge era scritta su tavole di pietra. Ma ben presto, grazie allo Spirito Santo, avrebbe dimorato in noi, e scritto la Sua Legge nei nostri cuori: Ezechiele 36:26-27, 2Corinzi 3:3,6. Perché ciò avvenisse era prima necessaria l'opera di Cristo: Giovanni 7:39, 16:7.

II) - LO SPIRITO SANTO NEI VANGELI.

I Vangeli rappresentano un periodo di transizione. Cristo è sulla terra, e getta le basi della nuova Dispensazione Divina, ma la Chiesa non è ancora fondata (vedi Matteo 16:18). Lo Spirito Santo agisce come agiva nel periodo del Vecchio Testamento: vedi gli esempi di Elisabetta, Zaccaria, Simeone (Luca capp. 1 e 2).
NOTA BENE: Mentre a questi personaggi lo Spirito Santo veniva dato per un periodo limitato, lo Spirito Santo si FERMA su Cristo (Giovanni 1:33). È per questo motivo che il "minimo" nel Regno dei Cieli (Regno=Chiesa) è "maggiore" di Giovanni Battista, in quanto può godere senza limitazioni della comunione e della guida dello Spirito Santo.

II - L'OPERA DELLO SPIRITO SANTO IN CRISTO.

Cristo fu:

  • Nato dallo Spirito Santo: Luca 1:35.
  • Unto dallo Spirito Santo: Luca 4:18, Atti 10:38 (l'unzione rappresentava la Sua investitura come Sacerdote e Re).
  • Guidato dallo Spirito Santo: Luca 4:1.
  • Sacrificato dallo Spirito Santo: Ebrei 9:14.
  • Risuscitato dallo Spirito Santo: Romani 8:11.

CONCLUSIONE:

Mentre ai tempi del Vecchio Testamento lo Spirito Santo era dato solo temporaneamente, Cristo non ha trascorso un solo giorno senza l'aiuto dello Spirito.
Lo stesso deve essere per noi (1Giovanni 2:6).

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati