Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Uomo e donna

La più grande rivoluzione culturale del nostro tempo è stata probabilmente l'emancipazione della donna. Infatti le donne erano confinate nelle loro roccaforti: figli, cucina, chiesa. Fuori di quelle aree non potevano muoversi senza essere giudicate male. Oggi, invece, le donne hanno maggiore libertà e possibilità in quasi tutte le società e questo è un fatto positivo per tutti.

MA SI SONO VERIFICATI ANCHE EFFETTI NOCIVI COLLATERALI.
Diverse femministe rifiutano del tutto i ruoli tradizionali della donna.
Alcune considerano l'uomo come il loro peggior nemico.
Oggi poi le donne corrono anche maggiori rischi per le strade delle nostre città da parte di uomini violenti e frustrati.

In questo contesto, che cosa dice la Bibbia a proposito dei rapporti tra uomo e donna?

  1. Siamo stati creati uguali.
    Nell'intenzione di Dio, uomini e donne hanno lo stesso onore e la stessa posizione sociale. Entrambi i sessi sono stati creati "a immagine di Dio" e destinati a una relazione di eterna amicizia con Dio nostro Padre.
    Questo è lo statuto divino della libertà e della dignità umana.
  2. Siamo stati creati per stare insieme.
    Il racconto della creazione ci dice che l'uomo e la donna non sono stati creati per vivere separati e isolati, ma insieme, come due esseri assolutamente essenziali e necessari l'uno all'altro. Separati tra loro, l'uomo e la donna non possono "essere".
    Abbiamo bisogno l'uno dell'altro non solo per sopravvivere, ma per essere autenticamente noi stessi.
  3. Siamo stati creati per essere differenti.
    Il desiderio di uguaglianza può facilmente creare confusione nelle cose significativamente diverse con cui contribuiamo alla famiglia umana. L'uomo e la donna non sono identici, e le differenze non sono solo sessuali. Esse includono il modo di percepire la vita, gli atteggiamenti verso gli altri, la natura dei nostri doni e la coscienza della responsabilità.
    Tali differenze, percepite in modo errato, possono diventare punti di divisione e rancore.
    Ma se accettate in modo corretto come parte del modo con cui ci completiamo gli uni gli altri, sono di arricchimento e rafforzamento reciproco.

I cristiani danno un contributo molto importante alla società se evidenziano l'insegnamento della Bibbia.

Si prenda, per esempio, il modo con cui l'uomo e la donna sono inconsciamente una minaccia l'uno per l'altro:

Le donne si sentono chiuse nelle vecchie tradizioni e negli atteggiamenti che vengono loro imposti, che le portano a sentirsi oppresse sia nella chiesa che nella società.
Gli uomini possono percepire l'emancipazione femminile come una profonda minaccia. "Cervelli e non muscoli", è il ritornello della società d'oggi, e alcuni uomini si sentono sottovalutati, dato che la loro forza non è più necessaria.
Come possono i cristiani aiutare nel mettere a confronto questi sentimenti e rimuovere il senso di minaccia e sviluppare relazioni amichevoli?

Anche nelle società più evolute le donne qualche volta lamentano di non essere valutate dagli uomini come persone ma come oggetti sessuali, specialmente sul lavoro.

Chiaramente contrario a questo fatto, il messaggio cristiano sottolinea la dignità umana e invita a trattare l'individuo dell'altro sesso come una persona sacra creata da Dio per Dio.

Il compito dei cristiani è costruire la comunità di Dio nell'amore in modo che l'ostilità, l'odio e il contrasto reciproco siano sostituiti dall'accoglienza, dalla lealtà e dal rispetto.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati