Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Conosci il "tuo" angelo?

Libri, articoli, testimonianze sensazionali, radio e televisione, stanno diffondendo una nuova dottrina; e molte religioni, specie alcune recentemente sbarcate in Italia, cercano di conquistare aderenti alle loro dottrine, ponendo il seguente interrogativo:

"Tu, conosci il "tuo" angelo?"

Chi sono gli Angeli?
Cosa fanno o non fanno tali esseri spirituali oggi tanto di moda?

Con altre parole: Oggi è di attualità la "passione" (per non dire "manìa") per gli angeli.

Nelle librerie secolari e religiose si trovano libri e scritti vari sugli angeli e sulle loro attività.

Sulle riviste si leggono storie di interventi di angeli in favore degli esseri umani e i "medium" identificano negli angeli "gli spiriti guida", per dare alle loro esibizioni una vernice di religiosità.

In poche parole se non hai visto angeli, se non hai parlato con loro, e se non hai un rapporto intimo con il "tuo" angelo, non sei nessuno. O quasi!

In mezzo a tanta confusione, cosa fare?

Che cosa dice la Bibbia a riguardo?

La Bibbia nomina gli angeli molte volte (108 nell'Antico Testamento e 165 nel Nuovo) e li presenta come "messaggeri" di Dio e come "spiriti servitori", che aiutano Dio servendoLo:

Sono spiriti ministratori, mandati a servire a prò di quelli che hanno da ereditare la salvezza. (Ebrei 1:14).

Per esempio, gli angeli hanno portato dei messaggi importanti immediatamente prima e subito dopo la nascita miracolosa di Gesù.

Ciò è avvenuto anche in occasione della risurrezione del Signore Gesù ed al tempo degli apostoli e di alcuni profeti dell'Antico Testamento.

Le loro attività nel cielo e sulla terra nel passato sono ricordate nei due Testamenti, ed anche le loro future manifestazioni sono profeticamente rivelate.

La parola "angelo" è la trascrizione del greco "anghélos", dal verbo "anghello" (cioè: "invio"), che a sua volta rende il termine ebraico "male'ak" con "l'inviato".
E come "inviato" o "messaggero" è tradotto nei vari contesti biblici, anche quando si tratta di messaggeri umani, come ambasciatori e profeti.

Nel caso di uno dei profeti dell'Antico Testamento, il termine è diventato addirittura un nome proprio: "Malachìa" da "male'aki", cioè "il mio messaggero".


Gli angeli sono esseri creati da Dio e dipendono da Dio.
Il Salmo 148 dice:

Lodatelo, voi tutti gli angeli suoi; lodatelo voi tutti i suoi eserciti ... lodino il nome dell'Eterno, perché Egli comandò e furono creati (vv. 2 e 5).

E l'apostolo Paolo nella lettera ai Colossesi afferma che tutte le creature celesti sono state create per mezzo di Cristo e per rendergli onore (1:16).

Chi sono gli angeli?

Sono esseri spirituali.

Essendo spiriti, non hanno un corpo come il nostro, ma possono prendere forma corporea.
Sono stati infatti visti come uomini, come giovanetti, ecc., e si sono espressi parlando come uomini.
All'apostolo Giovanni, per esempio, un angelo disse:

Io sono tuo conservo dei tuoi fratelli, i profeti e quelli che serbano le parole di questo libro (Apocalisse 22:9).

Come dialogare con i cosiddetti "patiti di angiologìa"?
Appellandoci all'unica documentazione cristiana: i testi biblici!

  • Di alcuni angeli è detto il nome.
    L'angelo che andò ad annunciare a Maria che sarebbe divenuta la madre del Salvatore disse di chiamarsi "Gabriele" (Luca 1:26), mentre l'angelo nominato nel libro del profeta Daniele si chiamava "Michele" (10:13; 12:1). Di "Michele" si dice che combatté contro Satana dopo la morte di Mosè (Giuda 9) e, insieme con altri angeli, egli combatterà alla fine dei tempi contro "il Dragone" (cioè il diavolo) (Apocalisse 12:7).

  • Gli angeli sono immortali.
    Gesù lo ha affermato:
    Quelli che saranno reputati degni di avere parte al secolo avvenire e alla resurrezione dai morti ... non possono più morire, giacché sono simili agli angeli e sono i figliuoli di Dio ... (Luca 20:35-36).
  • Gli angeli sono potenti e manderanno ad effetto il giudizio di Dio.
    Il Signore Gesù lo ha dichiarato quando predicava sulla terra:
    Il Figliuolo dell'uomo manderà i suoi angeli che raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e gli operatori di iniquità e li getteranno nella fornace di fuoco ... Verranno gli angeli e torranno i malvagi di mezzo ai giusti e li getteranno nella fornace di fuoco. Ivi sarà il pianto e lo stridore dei denti. (Matteo 13:41-42,49-50).
    E l'Apostolo Paolo, lo ha affermato, quando ha detto:
    Il Signore Gesù apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza, in un fuoco fiammeggiante, per fare vendetta di coloro che non conoscono Iddio e non ubbidiscono al Vangelo del nostro Signore Gesù. (2Tessalonicesi 1:8).
  • Gli angeli sono intelligenti, gloriosi e passano il loro tempo a glorificare Dio.
    Basta citare un passo dell'Apocalisse per comprenderlo:
    E vidi e udii la voce di molti angeli attorno al trono e alle creature viventi e agli anziani e il numero loro era di miriadi di miriadi e di migliaia di migliaia che dicevano: Degno è l'Agnello che è stato immolato di ricevere la potenza e le ricchezze e la sapienza e la forza e l'onore e la gloria e la benedizione. (5:11-12).
  • Proteggono i credenti secondo la volontà di Dio.
    Salmo 91:9-12
    Poiché tu hai detto: 'O Eterno, tu sei il mio rifugio; tu hai preso l'Altissimo per tuo asilo, male alcuno non ti coglierà, né piaga alcuna si accosterà alla tua tenda. Poiché egli comanderà agli angeli suoi di guardarti in tutte le tue vie. Essi ti porteranno in palma di mano, che talora il tuo piede non urti in alcuna pietra'.
    Gli angeli accompagnano i credenti nel loro viaggio verso il cielo dopo la morte.
    Parlando di Lazzaro il mendicante, Gesù lo ha affermato:
    Avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abramo ... (Luca 16:22).
    Una bella affermazione questa, che dovrebbe aiutare a vincere il timore del trapasso.

  • Un ultimo punto:
    Come comportarci di fronte a chi sembra preso dalla passione per gli angeli?
    Comprendiamo che l'interesse per gli angeli è un sintomo chiaro del desiderio di indagare sul soprannaturale.
    Sotto questo punto di vista è una cosa positiva.
    Però restiamo attaccati alla Parola di Dio e solo a quello che essa dice, senza farci impressionare da sensazionalismi e racconti fantastici.

  • Nessun angelo intercede per noi.
    Rallegriamoci con chi ci parla di angeli e di quello che la Bibbia ci dice sul loro conto, che è certamente bello e dà conforto, ma diciamo chiaramente che essa vieta tassativamente che sia offerto un culto agli angeli o che sia dato loro un posto che spetta soltanto a Dio
    . Sottolineiamo il fatto che Gesù è Colui che intercede per noi ed Egli è superiore agli angeli, e che gli angeli lo adorano.

È logico, allora che, se vogliamo essere salvati, dobbiamo credere solo in Lui e se vogliamo ottenere l'esaudimento alle nostre preghiere o la protezione nelle nostre difficoltà dobbiamo rivolgerci unicamente al Padre nel nome di Cristo. (Giovanni 14:13-14).

Affermiamo con forza e con amore che solo Cristo è il Salvatore e il nostro Mediatore:

Poiché vi è un solo Dio ed anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, il quale diede se stesso qual prezzo di riscatto per tutti ... (1Timoteo 2:6).

Nessun angelo è mai morto al nostro posto e nessun angelo intercede per noi o può fare nulla in nostro favore, a meno che Dio non glielo comandi!

MA IN MODO SPECIFICO,
LA BIBBIA COSA INSEGNA RIGUARDO AGLI ANGELI?

La Bibbia risponde:

  1. Gli angeli esistono in grandissimo numero:
    Apocalisse 5:11

    E vidi, e udii una voce di molti angeli attorno al trono e alle creature viventi e agli anziani; e il numero loro era di miriadi di miriadi, e di migliaia di migliaia.
  2. Sono immortali per natura:
    Luca 20:35-36

    ... ma quelli che saranno reputati degni d'aver parte al secolo avvenire e alla risurrezione dai morti, non sposano e non sono sposati, perché neanche possono più morire, giacché son simili agli angeli e son figliuoli di Dio, essendo figliuoli della risurrezione.
  3. Sono incorporei, ma possono assumere forma corporea quando la loro mansio-ne lo richiede:
    Ebrei 13:2

    ... perché, praticandola, alcuni, senza saperlo, hanno albergato degli angeli.
  4. Non sono esseri divini e la loro specifica mansione è quella di servire eseguendo i comandi divini:
    Ebrei 1:14

    Non sono eglino tutti spiriti ministratori, mandati a servire a pro di quelli che hanno da eredare la salvezza?
  5. Nel loro futuro rapporto con Dio, i redenti da Cristo un giorno saranno superiori agli angeli:
    1Corinzi 6:3

    Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!
  6. I Cristiani sono messi in guardia dall'offrire un qualsiasi culto agli angeli:
    Colossesi 2:16-19

    Nessuno dunque vi giudichi quanto al mangiare o al bere, o rispetto a feste, o a noviluni o a sabati, che sono l'ombra di cose che doveano avvenire; ma il corpo è di Cristo. Nessuno a suo talento vi defraudi del vostro premio per via d'umiltà e di culto degli angeli affidandosi alle proprie visioni, gonfiato di vanità dalla sua mente carnale, e non attenendosi al Capo, dal quale tutto il corpo, ben fornito e congiunto insieme per via delle giunture e articolazioni, prende l'accrescimento che viene da Dio.
  7. Gli stessi angeli proibiscono tassativamente l'adorazione o qualunque atto di culto ad essi rivolto:
    Apocalisse 19:9-10

    E l'angelo mi disse: Scrivi: Beati quelli che sono invitati alla cena delle nozze dell'Agnello. E mi disse: Queste sono le veraci parole di Dio. E io mi prostrai ai suoi piedi per adorarlo. Ed egli mi disse: Guardati dal farlo; io sono tuo conservo e de' tuoi fratelli che serbano la testimonianza di Gesù: Adora Iddio! Perché la testimonianza di Gesù; è lo spirito della profezia.

    Apocalisse 22:8-9
    E io, Giovanni, son quello che udii e vidi queste cose. E quando le ebbi udite e vedute, mi prostrai per adorare ai piedi dell'angelo che mi avea mostrate queste cose. Ma egli mi disse: Guardati dal farlo; io sono tuo conservo e de' tuoi fratelli, i profeti, e di quelli che serbano le parole di questo libro. Adora Iddio.

Nota.

In alcune denominazioni cristiane si insegna e si pratica il culto degli angeli e varie preghiere sono ad essi indirizzate.

A giustificazione di ciò viene normalmente citato un passaggio biblico contenuto nel Vangelo di Matteo (18:10), dove è scritto:

Guardatevi dal disprezzare alcuno di questi piccoli, perché io vi dico che gli angeli loro, nei cieli, vedono la faccia del Padre mio che è nei cieli.

L'attento lettore del Vangelo, noterà subito che in questa citazione:

  1. il Signore non dice affatto che gli angeli siano i "custodi" o gli "intercessori" dei bambini;
  2. che li "proteggono" o "pregano" per loro;
  3. che né qui né altrove Gesù comanda ai suoi discepoli di venerarli o di invocarne l'aiuto con preghiere particolari.

È BENE TENERE PRESENTE CHE GLI ANGELI SONO PUR SEMPRE DELLE "CREATURE" DI DIO, E INDIRIZZARE LORO DELLE PREGHIERE O ADORARLI O COMUNQUE INDIRIZZARE AD ESSI DELLE PREGHIERE, È COSA CONTRARIA ALL'INSEGNAMENTO DELLA PAROLA DI DIO, LA QUALE BIASIMA E CONDANNA COLORO I QUALI:

HANNO MUTATO LA VERITÀ DI DIO IN MENZOGNA, E HANNO ADORATO E SERVITO LA CREATURA INVECE DEL CREATORE, CHE È BENEDETTO IN ETERNO (Romani 1:25).
Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati