Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Il Battesimo dei bambini

Nota introduttiva.

Nel Protestantesimo varie sono le denominazioni che impongono il battesimo ai neonati: Luterani, Episcopaliani, Presbiteriani, Anglicani, Valdesi, Metodisti ed altre. Cosė anche nella Chiesa Cattolica.

Questo avviene secondo l'insegnamento per cui i bambini nascono con la "macchia" del "Peccato originale".

Tale dottrina afferma che Adamo ed Eva, come conseguenza del loro peccato nel giardino di Eden, non solo persero la comunione con Dio, ma "trasmisero" a tutti i loro discendenti un peccato "ereditario" (appunto il peccato "originale"), che può essere tolto solo con il battesimo.

Pertanto il battesimo imposto per infusione ai bambini, avrebbe il potere di cancellare "automaticamente" il peccato originale ed introduce il battezzato nella Chiesa.

È da precisare che lo scopo di tale pratica ha sfumature dottrinali diverse fra le varie denominazioni.

Comunque, in linea di massima, Il bambino che muore senza essere stato battezzato, non potrà MAI salire al Cielo e giungere al cospetto di Dio; ma sarà posto in un luogo chiamato "Limbo", dove vivrà "senza dolore ma anche senza gioia", per tutta l'eternità!

Il Nuovo Testamento INSEGNA che fu Gesù stesso ad istituire il battesimo:

E disse loro: Andate per tutto il mondo e predicate l'evangelo ad ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato. (Matteo 28:18-20; Marco 16:15-16)

MA CHI DEVE RICEVERE IL BATTESIMO?
SOLO GLI ADULTI, capaci di credere e ravvedersi, O ANCHE I NEONATI?

La Bibbia risponde:

  1. Il profeta Ezechiele afferma:
    L'anima che pecca è quella che morrà. Il figliuolo NON PORTERÀ l'iniquità del padre ed il padre non porterà l'iniquità del figliuolo. (18:20).
    È CHIARO, quindi, che i bambini NASCONO PURI e non "ereditano" alcuna colpa o "macchia"!
    Nel Nuovo Testamento sia Gesù che gli apostoli MAI HANNO INSEGNATO l'esistenza di un "peccato originale" (inteso nel senso di cui sopra); anzi, mostrano chiaramente di NON AMMETTERLO!

    Basta notare l'atteggiamento di Gesù che benedice dei bambini ebrei che, sicuramente, non erano stati battezzati.

  2. Marco 10:13-16
    Or gli presentavano dei bambini perché li toccasse; ma i discepoli sgridavano coloro che glieli presentavano. E Gesù, veduto ciò, s'indignò e disse loro: Lasciate i piccoli fanciulli venire a me; non glielo vietate, perché di tali è il regno di Dio. In verità io vi dico che chiunque non avrà ricevuto il regno di Dio come un piccolo fanciullo, non entrerà punto in esso.
    Come avrebbe potuto Gesù dire che i bambini qui citati fanno parte del Regno dei Cieli, se avesse saputo che la loro anima era "macchiata" dal peccato "originale"?
    (A riguardo si veda anche: Matteo, capitoli 18:1-5 e 19:13-15).

  3. Nella 1ª lettera di Giovanni cap. 1:7-10 e cap. 3:4, notiamo quanto segue:
    ... il sangue di Gesù, suo Figliuolo, ci purifica da ogni peccato. Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi. Se confessiamo i nostri peccati, Egli è fedele e giusto da rimetterci i peccati e purificarci da ogni iniquità. Se diciamo di non avere peccato, lo facciamo bugiardo, e la sua parola non è in noi. Chi fa il peccato commette una violazione della legge; e il peccato è la violazione della legge.
    Qui si attesta che il peccato "è una violazione della Legge" di Dio. Come possono i neonati - INCAPACI DI INTENDERE, DI VOLERE E DI AGIRE - "violare" la Legge del Signore?

  4. Marco 16:16
    E disse loro: Andate per tutto il mondo e predicate l'evangelo ad ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato.

    È chiaro che i neonati non hanno ancora una fede, e tanto meno hanno dei peccati da farsi perdonare.

    Gesù insegna che il battesimo

    deve essere praticato DA CHI CREDE.


  5. Atti 2:37-41
    Or essi, udite queste cose, furono compunti nel cuore, e dissero a Pietro e agli altri apostoli: Fratelli, che dobbiamo fare? E Pietro disse loro: Ravvedetevi, e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Poiché per voi è la promessa, e per i vostri figliuoli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti il Signore Iddio nostro ne chiamerà. E con molte altre parole li scongiurava e li esortava dicendo:Salvatevi da questa perversa generazione. Quelli dunque i quali accettarono la sua parola, furono battezzati; e in quel giorno furono aggiunte a loro circa tremila persone.
    In questo testo biblico la frase "udite queste cose" significa NON soltanto "ascoltare" MA soprattutto "COMPRENDERE".

    Possono i neonati comprendere e ravvedersi?


NOTA:


Dallo studio del Nuovo Testamento risulta:

  1. I bambini nascono puri;
  2. Il peccato "originale" inteso nel senso sia cattolico che protestante è una specula-zione teologica che storicamente risale al 5º secolo;
  3. Gesù ha istituito il battesimo per coloro che sono in grado di intendere, credere, ravvedersi dai PROPRI peccati e CHIEDERE personalmente di essere battezzati.

L'IMPOSIZIONE DEL BATTESIMO AI NEONATI NON SOLO NON POGGIA SU ALCUN FONDAMENTO BIBLICO,

MA CADE SOTTO IL RIMPROVERO DIVINO:

Galati 1:6-10

Io mi meraviglio che cosė presto voi passiate da Colui che vi ha chiamati mediante la grazia di Cristo, a un altro vangelo. Il quale poi non è un altro vangelo; ma ci sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire l'Evangelo di Cristo. Ma quand'anche noi, quand'anche un angelo dal cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia egli anatema.

(A complemento, si veda anche la scheda: "Battesimo: Forma e Significato").

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati