Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Cassie Bernall

Martedì, 20 aprile 1999, giorno dell'anniversario della morte di Adolf Hitler, due studenti della scuola superiore di Littletown in America hanno ucciso 13 studenti e ne hanno ferito un'altra decina, sparando, prima di togliersi la vita.

Il motivo di questa strage fu subito evidente, ma non venne subito reso pubblico: si trattava di un odio profondo verso i cristiani praticanti.

Tra le vittime quattro giovani erano cattolici e otto erano cristiani di altre denominazioni.

Alcuni di loro erano conosciuti per la loro fede attiva, come erano altrettanto conosciuti gli assassini per il loro modo di vivere senza Dio e per le loro idee neo-naziste.

Fra le vittime vi era una giovane cristiana: Cassie Bernall.
Quando gli assassini assalirono la scuola, lei si era nascosta sotto i tavoli della biblioteca insieme ad altri studenti.

Uno degli assassini gridò una domanda: "C'è qualcuno qui che crede in Dio?"

Cassie nel suo intimo si chiese: "In questo momento, al mio posto, cosa farebbe Gesù?"
Rifletté un attimo, poi si alzò e disse: "Sì, io credo in Gesù Egli ama anche te!"

"Dio non esiste!" gli rispose l'assassino e sparò, uccidendo Cassie!

Cassie era una cristiana praticante e aveva l'intenzione di studiare medicina.

Nel suo tempo libero era molto attiva nel gruppo giovanile della Chiesa che frequentava.

Faceva crescere i suoi capelli per farne fare delle parrucche per i bambini malati di cancro!

Cassie portava apertamente la sua Bibbia a scuola.

Un compagno di classe Mickie Cain raccontò ai giornalisti della CNN: "Cassie si dedicava completamente a Dio! Solo pochi anni prima era diversa; allora lei si interessava di pratiche occulte; ma due anni fa la sua vita prese una svolta; confessò i suoi peccati e dedicò la sua vita a Gesù Cristo: il suo fu un cambiamento radicale di 180 gradi!".

Il giorno dopo la morte di Cassie i suoi amici crearono una pagina su internet e in molte chiese d'America i predicatori la ricordarono nelle loro prediche.

Il reverendo Robert Schuller, un consigliere del presidente americano Bill Clinton, disse: "Spero che il mondo riconosca che Cassie è stata una martire nel senso più puro, confessando la sua fede e morendo per essa".

Un pastore evangelico della California disse: "Voi giovani cercate degli eroi? Non guardate i giocatori di basket o gli attori della tv, il vostro esempio è Cassie!"


Lettrice, Lettore, non credi tu che se tutti coloro che si professano cristiani si ponessero l'interrogativo che si rivolse Cassie, la nostra esistenza sarebbe più vivibile per tutti?

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati