Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

25 anni dopo...

In officina, ogni operaio disponeva di un piccolo armadio personale, nel quale ogni tanto un giovane impiegato introduceva, di sua iniziativa, degli opuscoli evangelici.
Ma un operaio interpretò molto male la cosa e fece al giovane credente le rimostranze più mortificanti.
Venne la guerra del 1939 che disperse tutto il personale dell'officina.

Anno 1965. Sulla banchina di una stazione, un gruppo di bambini in partenza per le vacanze canta un cantico in attesa del treno. Un uomo che da qualche minuto sta osservando la scena, avanza verso il gruppo e dice al direttore del gruppo: "Non mi riconosci? Io sono l'autore di tanti dispetti contro di te, perché non potevo sopportare che tu mettessi nel mio armadietto degli opuscoli evangelici. Voglio raccontarti la mia storia:
Sono stato deportato nella Prussia orientale. Assegnato ad un reparto di Polizia forestale in qualità di boscaiolo, conobbi condizioni di vita estremamente dure.
Alla sera, venivo chiuso a chiave in un porcile presso la sezione di polizia, e per tre anni ho vissuto senza avere notizie dei miei cari.
Una sera, in preda della disperazione, ho radunato tutti i miei effetti personali, deciso di porre fine ai miei giorni! Tutto ad un tratto un pezzo di carta sporca e stropicciata attrasse la mia attenzione. Sopra, vi era scritto: "Credi nel Signore Gesù e sarai salvato".
Era tutto ciò che mi rimaneva di un trattato trovato un giorno nel mio armadietto d'officina, ed esclamai: "Dio! - se esisti dammi notizie dei miei cari!".
Due giorni dopo, una sentinella mi condusse al comando di sezione per consegnarmi un pacco di lettere ed un pacco della Croce Rossa.
Rimpatriato qualche mese dopo sentii che la mia vita era cambiata, non ero più lo stesso uomo.
Avevo trovato la sorgente della felicità, riconobbi ed accettai Gesù Cristo come mio Salvatore!".

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati