Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Quando le forze si rinnovano

In certe situazioni non si può fare altro che benedire l'Eterno.
Quando la lunga attesa stà per concludersi favorevolmente dopo molte incertezze ed ansietà, quando le forze ritornano dopo settimane o mesi di debolezza fisica, l'animo nostro è colmo di riconoscenza.

Ci rendiamo conto che "è una grazia dell'Eterno che non siamo stati interamente distrutti" (Lamentazioni 3:22); e pensiamo anche con riconoscenza a quanti hanno avuto cura di noi nella nostra infermità: ai medici, agli infermieri ed alle infermiere, a quanti hanno reso confortevole la nostra dimora all'ospedale o in casa, a quanti hanno pensato a noi in preghiera.

Il rinnovamento delle forze è sorgente di gioia e di speranza. La vita ci appare diversa quando i dolori scompaiono e riprendiamo a muoverci normalmente. Diventiamo più sereni, più sorridenti, più aperti verso il futuro. E ci rendiamo anche conto che, molte volte, non abbiamo saputo essere pazienti e fiduciosi.

Tuttavia il rinnovamento delle nostre forze, per quanto accolto con riconoscenza, non è l'unica cosa che dobbiamo desiderare. La fede cristiana, maturata nella prova, deve aiutarci a vivere una nuova vita. Come dice l'apostolo Paolo:

"avete imparato ad essere rinnovati nello spirito della vostra mente, e a rivestire l'uomo nuovo che è creato all'immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità" (Efesini 4:23-24).

Per il rinnovamento della nostra vita dovremo pregare durante la malattia e anche dopo.
Il Signore ci conceda di superare il tempo della prova e di sperimentare che "se uno è in Cristo, egli è una nuova creatura" (2Corinzi 5:17).

Con il Salmista diciamo:

"Benedici, anima mia l'Eterno; e tutto quello che è in me, benedica il nome suo santo.
Benedici, anima mia, l'Eterno, e non dimenticare alcuno dei suoi benefici.
Egli è quel che ti perdona tutte le tue iniquità, che sana tutte le tue infermità, che redime la tua vita dalla fossa, che ti corona di benignità e di compassioni, che sazia di beni la tua bocca, che ti fa ringiovanire come l'aquila.

Benedite l'Eterno, voi tutti gli eserciti suoi, che siete suoi ministri, e fate ciò che gli piace!

Benedite l'Eterno, voi tutte le opere sue, in tutti i luoghi della sua signorìa!
Anima mia, benedici l'Eterno!" (Dal Salmo 103)
Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati