Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Un gran cristiano

Nel quarto secolo viveva ad Antiochia un illustre cristiano: Giovanni Crisostomo.

Era dotato di una grande eloquenza: ma più delle sue parole si ammirava in lui la fermezza e la forza del suo carattere.

Egli si era attirata l'inimicizia dell'Imperatore di Costantinopoli censurando con franchezza i peccati di quel monarca. Nella sua ira, l'imperatore Arcadio decise di vendicarsi solennemente di quel molesto e temerario predicatore.

I cortigiani, conoscendo i desideri dell'Imperatore, lo incoraggiavano coi loro consigli:
"Esiliatelo in qualche deserto selvaggio da dove non potrà fare più sentire la sua voce" - suggerivano gli uni.

"Confiscate i suoi beni, riducetelo in miseria" - consigliavano gli altri.

"Gettatelo in prigione, ben stretto in ferri e lasciatelo marcire" - gridavano altri ancora più inferociti contro l'ardente predicatore.

E altri ancora:
"Maestà, non siete voi arbitro della sua esistenza? Dite una sola parola e la sua testa rotolerà sulla sabbia dell'arena. La spada del carnefice è ai vostri ordini. Sbarazzatevi di quell'importuno"!

Ma un cortigiano che era rimasto in disparte e fino allora aveva taciuto, si avvicinò e, rivolgendosi ai suoi colleghi, disse:
"V'ingannate tutti; nessuno ha indicato finora all'Imperatore una vera vendetta.
Si vede che non conoscete l'uomo che vorreste punire.
Egli non è un uomo comune. È un cristiano.
Voi proponete di esiliarlo! Ma come potrete esiliarlo lontano dal suo Dio?
Il suo Gesù è sempre con lui.
Strappargli le sue ricchezze? Da tempo egli le ha date ai poveri.
Chiuderlo in carcere?
Ciò significherebbe dargli tempo e solitudine per avvicinarsi maggiormente a Dio.
E se poi lo condannate a morte, voi gli aprite il cielo.
"Volete vendicarvi? Obbligatelo a peccare!
Perché egli non ha paura né dell'esilio, né della miseria, né dei tormenti, né della morte; egli non indietreggia se non dinanzi al peccato"!

Splendida testimonianza resa al cristianesimo di quel grande cristiano!

Oh, se si potesse dire altrettanto di me e di te, caro lettore!

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati