Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Il miracolo della povertà

Gesù Cristo non compie volentieri i miracoli, li fa quasi a forza, rimprovera la folla, dicendo: "Voi mi seguite perché avete mangiato il pane miracoloso".

L'essenza della fede non è il "sensazionalismo", ma l'amore, la libertà, la povertà.

Chi ama rispetta la libertà degli altri, la discrezione è la più grande prova d'amore.

Il Signore potrebbe costringere i cinque miliardi di uomini a riconoscerlo a colpi di bacchetta magica. Invece Egli è nascosto, tanto nascosto da esporsi alle negazioni e ai rifiuti degli atei.

Nel Vangelo Gesù esclama: "Beati i poveri ...", Gesù, padrone del mondo, è nato come un piccolo nomade e ha trovato il suo rifugio in una stalla.

Poteva mobilitare legioni di angeli per la propria difesa contro i poteri occulti dei dirigenti ebrei. Ed invece si è consegnato inerme ai potenti di questo mondo.

Non ha scelto i suoi primi collaboratori tra i grossi cervelli del tempo. Si è appellato ad umili pescatori, che avevano anche la testa dura. Lo stesso metodo è stato seguito dai suoi seguaci.

Gli apostoli, essendo stati mandati ad annunziare agli uomini Cristo Salvatore del mondo, nell'esercizio del loro apostolato si appoggiano sulla potenza di Dio, che molto spesso manifesta la forza del Vangelo nella debolezza dei testimoni.
Questo è il significato lieto della beatitudine. Le quattro beatitudini di Luca e le otto di Matteo si riducono alla povertà.

Gesù beatifica, proclama soggetto di salvezza chi non ha sicurezze umane, chi si sente fallito, chi non confida più in sé stesso e neppure nell'uomo.

La beatitudine della povertà non significa che siano felici quelli del Terzo Mondo, quelli che muoiono di fame.

Il cristiano deve combattere contro l'indigenza economica; deve liquidare le sperequazioni; deve schierarsi contro lo sfruttamento.

Sono beati invece coloro che sperimentano il proprio "nulla" e si agganciano all'unica sicurezza, che è Dio.

Venendo sulla terra Gesù ha scelto la povertà come "segreto di successo". Ulteriore conferma che il Suo regno non è di questo mondo.

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati