Rubriche mensili In questo mese... Vivere in Cristo Allo Specchio

Prepararsi

"...sii forte e fatti animo..."
(Giosué 1:9)

Non possiamo prepararci ad affrontare una difficoltà dopo che essa si è già presentata. La preparazione deve essere fatta prima che veniamo a trovarci di fronte alla situazione.

A volte, ci troviamo come in bilico su una corda tesa ..., poi qualcosa scuote la corda! La catastrofe ci colpisce. Proprio a ciò si riferisce lo Scrittore Sacro quando afferma: "Se ti perdi d'animo nel giorno dell'avversità, la tua forza per reagire non è sufficiente".

Se l'avversità ti ha procurato scoraggiamento e ti ha fatto cadere in uno stato di depressione, ciò vuol dire che in te c'era poca forza. In altre parole, la vera prova della tua stabilità spirituale non si ha quando tutto và liscio, ma quando le onde della sofferenza vengono a smuoverti.

Se rimani stabile e fiducioso, hai una grande forza. Sei ben preparato per il giorno dell'avversità. Considera quanto dice il profeta Geremia (12:5):

"Se, correndo con dei pedoni, questi ti stancano, come potrai lottare coi cavalli? E se non ti senti al sicuro che in terra di pace, come farai quando il Giordano sarà gonfio?".

Se ti trascini stancamente, a malapena in grado di affrontare le piccole difficoltà, quando le cose sono abbastanza pacifiche, cosa farai quando sul tuo cammino si profilerà il Calvario? Cosa farai quando scoppierà la battaglia e ti sarà richiesto maggiore sacrificio ed impegno?

Dio vuole che tu sia adeguatamente preparato per i giorni di afflizione. Egli ti vuole rivestire perché tu sia protetto dalle spine dei rovi che incontrerai lungo la tua strada.

Il profeta Isaia ti viene incontro con la seguente meravigliosa promessa: "L'Eterno ti guiderà del continuo..." (58:11).

Guardando in avanti:
Ora ... davanti a te c'è un futuro incerto. Puoi affrontarlo con timore ed ansia ... o con calma e fiducia.

Ti puoi preoccupare o rassicurare. Puoi agitarti o arrenderti a Dio.

Un poeta cristiano scrisse la seguente poesia mentre stava attraversando alcuni momenti difficili della sua vita:

"Scegli tu per me la Tua via, non la mia, o Signore, per quanto buia possa essere!
Guidami con la Tua stessa mano: scegli Tu il sentiero per me, non voglio sceglierlo io: non lo farei, se potessi;
scegli scegli Tu per me, mio Dio così potrò camminare sicuro... . Il regno che io cerco e il Tuo e la via che porta ad esso devi esserla Tu, altrimenti camminerei invano.
Prendi Tu la mia coppa e riempila con gioie e con dolori come meglio credi;
scegli Tu per me il bene ed il male.
Scegli Tu per me i miei amici, la mia malattia o la salute; i miei problemi, la ricchezza o la povertà.
Non sia mia, non sia mia la scelta.
Nelle grandi e nelle piccole cose sii Tu la mia guida, la mia forza, la mia saggezza, il mio tutto" (Orazio Bonar).

Potrebbe darsi (a tu che stai leggendo), che Dio ti sembri lontano in questo momento. Forse non Lo senti come tua Guida, tua Forza, tua Saggezza e tuo Tutto . Forse per te si tratta solo di belle parole, prive di significato.
Lo senti lontano? Sappi che Egli ti è vicino ... più vicino dei tuoi dolori. Egli desidera sostenerti al crocevia della crisi. Abbi fiducia in Lui, affidati a Lui.
Come un bambino, guarda su, negli occhi di tuo Padre. Le Sue braccia sono aperte, non sono chiuse. ParlaGli, Egli ascolta.
Egli ha un amore speciale ... per quelli soffrono!

Chiesa di Cristo - Ferrara © , Diritti Riservati